La piaga dei roghi tossici

ERCOLANO (NA) – L’Amministrazione comunale ha chiesto l’intervento dell’Esercito per fronteggiare l’emergenza incendi che in questi giorni sta interessando la parte alta della città.

Infatti, in particolare nella Contrada Novella Castelluccia, diversi roghi sono stati appiccati arrivando a lambire aree utilizzate negli ultimi decenni per lo stoccaggio di rifiuti di ogni genere.

Trattandosi di una zona che rientra nel Parco Nazionale del Vesuvio a poca distanza dalle abitazioni e limitrofa al comune di San Sebastiano, sia per ragioni di salute pubblica che per tutela dell’Ambiente, il sindaco Ciro Buonajuto si è appellato a prefetto, questore e generale di Corpo d’Armata per richiedere l’intervento di Forze Armate per attività di contrasto e prevenzione al fenomeno dei righi illegali di rifiuti.

«Ci troviamo di fronte a un enorme rischio per la salute e l’incolumità di migliaia di cittadini e ad un danno per l’intero ecosistema del Parco del Vesuvio – ha dichiarato il sindaco Buonajuto -. Nonostante il costante impegno delle Forze dell’Ordine presenti sul territorio di Ercolano, non si riesce ad arginare definitivamente l’azione di questi farabutti che colpiscono in particolar modo la parte alta della città. Per questo motivo, chiediamo il supporto delle Forze Armate affinché vengano svolte tutte le possibili attività per contrastare i criminali che mettono a repentaglio la salute dei cittadini».

Infatti il Primo cittadino di Ercolano si è rivolto alle autorità competenti con questa richiesta:

(Foto di copertina by Ciro Teodonno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: