La pizza approda in Polonia

PORTICI (NA) –  La pizza ha origini antichissime. Nata come variante del  pane, nei secoli è diventata un piatto unico e sano che ha sfamato tutto il mondo.

Tante le varianti di questo squisito disco di impasto cotto nel forno. Un semplice impasto di acqua e farina, lievito o criscito, nato da gesti sapienti, dalla pazienza che sembra sprigionare insieme al profumo della lievitazione. Ognuno ha un suo segreto per realizzare la pizza, e sono molti quelli che se ne attribuiscono la paternità, ma la pizza come la intendiamo oggi è però nata sul nostro territorio. Infatti la pizza per eccellenza è quella napoletana, anzi … porticese!

Scherzi a parte,  l’associazione Pizza Progress ha esportato questa sapienza in Polonia: il Maestro pizzaiolo Simone Fortunato, presidente dell’associazione, in collaborazione con Maurizio Clumez del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II con sede alla Reggia borbonica di Portici, Ufficio Promozione e Terza Missione, per due giorni ha tenuto un seminario tecnico formativo destinato agli studenti dell’Università Krakowska Wyzsza Szkola Promocji Zdrowia di Cracovia (www.kwspz.pl)

La preparazione di una buona pizza richiede infatti la conoscenza del dosaggio degli ingredienti, dei tempi di lievitazione – che devono tenere conto delle condizioni meteorologiche – e dei modi di cottura. Fornito il know how di base sulle farine per pizza, sono stati affrontati argomenti di merceologia e date lezioni pratiche per la manipolazione dell’impasto e la spianatura dei dischi di pasta.

E, dopo la cottura a regola d’arte, non poteva naturalmente mancare l’assaggio degli entusiasti ospiti polacchi!

L’associazione Pizza Progress ha preso accordi con la stessa università per organizzare nuovi seminari per trasferire conoscenza, tradizione e cultura dell’ enogastronomia della regione Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: