La prosperità della risorsa Mare

Risorsa Mare: sostenibilità e crescita blu. La SZN promuove una azione concreta di rimozione di rifiuti e un convegno in occasione di Eruzioni del Gusto

La SZN | Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli insieme con la Fondazione Dohrn In occasione della II edizione di Eruzioni del Gusto, evento culturale sull’enogastronomia e le eccellenze italiane delle terre vulcaniche realizzato da Oronero – dalle scritture del fuoco, in programma dal 12 al 14 ottobre al Museo di Pietrarsa, la, mette in campo due importanti iniziative legate al Mare e alla pesca sostenibile in collaborazione con istituzioni ed enti locali.

SZN e Fondazione Dohrn saranno presenti con uno  stand nello spazio dedicato dove verranno proiettati i filmati di Ciro Dell’Anno sul Banco di San Giovanni e la Secca del Campanile.

Ultima sorpresa, l’esposizione di Marlene, la tartaruga marina Caretta caretta vissuta per oltre settant’anni nell’Acquario Pubblico di Napoli e morta lo stesso giorno della celebre attrice e cantante tedesca Marlene Dietrich.

Marlene uscirà per la prima volta dalla sede di Napoli  della SZN per trovare poi definitiva collocazione a Portici al Centro Ricerche Tartarughe Marine e Osservatorio del Golfo di Napoli, visitabile sabato 12 e domenica 13 a prezzo scontato previa esibizione del biglietto di ingresso Eruzioni del Gusto.

Si parte dalla mattina di sabato 12 ottobre dalla Darsena Acton, dalle ore 9 fino alle 12 circa, con una azione concreta di rimozione di rifiuti dal Banco di San Giovanni situato a una distanza di solo 200-300 metri dall’antimurale  di Napoli, ,un pontile a difesa del porto. Questo sito presenta un substrato a fondo duro di rocce vulcaniche con una presenza di Gorgonie e di organismi marini, sottoposto ad attività di pesca impropria che danneggiano in modo rilevante un ecosistema sensibile ad alto valore ambientale.

In questa area sono presenti molti tipi di rifiuti tra cui reti abbandonate e plastiche che saranno rimosse grazie all’intervento congiunto degli Operatori Tecnici Subacquei della SZN Francesco Terlizzi e Marco Cannavacciuolo, coadiuvati dai nuclei subacquei di Carabinieri, Capitaneria di Porto, Guardie Ambientali, Protezione Civile e Mare Vivo.

A controllo e sicurezza dell’operazione ci saranno le unità navali della Guardia di Finanza.

Il coordinamento dell’intervento in acqua sarà affidato a Ciro Dell’Anno, Responsabile della sede provinciale di Napoli del Nucleo Sommozzatori delle Guardie Ambientali, in collaborazione col centro subacqueo di Portici Eurosub, che guiderà Rosalia e Michela Vacca, Michele Gatti, Edoardo Marino, Helena Iengo, Paolo Primiani. A loro si uniranno i sommozzatori del Corpo dei Carabinieri diretti dal Com.te Sandro Bucalo e del nucleo operativo della Capitaneria di Porto del Comandante Alessandro Mino del Centro Subacqueo Sant’Erasmo diretto da Pasquale Di Lorenzo e del team di Giovanni Capasso, Responsabile della sede di Napoli di Mare Vivo e i fotografi Gabriella Luongo dell’Università Politecnica delle Marche e Guido Villani.

L’attività di pulizia, autorizzata dal Dirigente dell’Ufficio Security, Safety e Ordinanze dell’Autorità Portuale, il dottor Ugo Vestri, vuole porsi come primo passo verso una regolamentazione della pesca in quest’area sino ad oggi grandemente vessata da comportamenti antropici scorretti.

L’azione sinergica potrà essere seguita da terra grazie alla diretta Facebook sulla pagina della Fondazione Dohrn @turtlepointportici.

L’azione di sensibilizzazione promossa dalla SZN e dalla Fondazione Dohrn proseguirà poi a terra, in collaborazione con l’Università Federico II, nel Padiglione Locomotive del Museo di Pietrarsa, dove a partire  dalle ore 12, sempre di sabato, si terrà il convegno Risorsa Mare: sostenibilità e crescita blu.

Interverranno alla tavola rotonda:

  • Ferdinando Boero, Presidente della Fondazione Dohrn, che introdurrà al concetto di sostenibilità ambientale per una prosperità del mare e degli oceani;
  • Linda Toderico, Funzionario Ufficio Centrale Pesca e Acquacoltura della Regione Campania, cui spetterà il compito di anticipare le tematiche del FEAMP Campania per un’acquacoltura sostenibile;
  • Franco Andaloro, Direttore di Ricerca della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, che sempre sul FEAMP parlerà della pianificazione dello spazio marino per una sua gestione ecocompatibile;
  • Gualtiero Parisio, Responsabile scientifico Mare Vivo Sezione Napoli, che relazionerà sullo stato della depurazione di Napoli orientale;
  • Enzo Saggiomo, Direttore Fondazione Dohrn, che entrerà nel vivo della manifestazione parlando di acidificazione degli oceani e del vulcanismo sommerso nel Golfo di Napoli;
  • Daniela Villani, Delegata al Mare del Comune di Napoli, che chiuderà gli interventi illustrando le attività degli Stati Generali del Mare e dei Tavoli Blu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: