La Ricerca salverà il mondo

Secondo appuntamento della Fondazione Portici Campus con la Ricerca nell’ambito del progetto Portici Meta del Turismo Scientifico in Campania

di Tonia Ferraro

Nella Sala conferenze del Galoppatoio Reale coperto, messa a disposizione dal Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II, lunedì 11 novembre si è tenuta la cerimonia ufficiale del taglio del nastro del  progetto della Fondazione Portici Campus Portici Meta del Turismo Scientifico in Campania.

L’inaugurazione è stata ufficializzata dall’onorevole Tommaso Casillo, vicepresidente del Consiglio della Regione Campania, dal sindaco di Portici dottor Vincenzo Cuomo, dal vicepresidente del Comitato scientifico della Fondazione Portici Campus, nonché direttore dell’Istituto Sperimentale Zooprofilattico del Mezzogiorno dottor Antonio Limone.

Portici Meta del Turismo Scientifico in Campania è il coronamento di oltre 150 anni di Ricerca effettuata sul territorio: dagli albori, con la borbonica “Scuola per braccianti agricoli” fino a quella dei giorni.

È la selezione inconsapevole fatta dall’uomo nel corso dei millenni ha portato a quella biodiversità che oggi  permette agli scienziati di arrivare al miglioramento genetico delle specie vegetali. La Ricerca può contrastare gli effetti dell’aumento della popolazione mondiale e della conseguente scarsità di terreni coltivabili, dovuta anche alla crescente desertificazione causata dal cambiamento climatico. Oppure, sviluppare varietà resistenti agli attacchi di parassiti “alieni”, dovuti alla galoppante globalizzazione.

E ancora sono tante le “verità nascoste” nella Natura da scoprire e ri-scoprire, che rendono necessaria la Ricerca.

Dopo la cerimonia di inaugurazione, il direttore della Fondazione Portici Campus dottor Bruno Provitera ha presentato il vicepresidente della Giunta regionale onorevole Fulvio Bonavitacola, che ha portato il suo saluto, sottolineando che chi bolla tutta la Campania come “Terra dei fuochi” – a dispetto dell’area circoscritta in cui si verifica il grave fenomeno di inquinamento – espone la Regione a pessimi giudizi in Europa.

«La Campania è invece – ha affermato l’onorevole Bonavitacola –  una regione bellissima. Il problema esiste e lo si affronta tutti i giorni … È pur vero che spesso i media generano un allarmismo che travisa la realtà della situazione.»

L’intervento del senatore Tommaso Casillo ha ribadito questo concetto, rendendo merito alla iniziativa della Fondazione Portici Campus, che vuole arricchire la Campania con un altro tipo di turismo, che si può affiancare a quello naturalistico , enogastronomico e artistico.

Quindi è stata la volta del sindaco Cuomo, che si è soffermato sula qualità dell’aria parlando del progetto Air-Heritage messo in campo dall’ENEA di Portici, che coinvolge l’Amministrazione comunale. Inoltre, vista la nutrita platea scolastica presente, ha sottolineato che l’Allerta meteo è una disposizione necessaria, visti i cambiamenti climatici in atto. La prassi prevede che la Protezione Civile informi i sindaci dell’eventuale gravità del fenomeno, prospettando un protocollo con tutti i provvedimenti da prendere secondo le criticità del proprio territorio. Se, quindi, Portici non ha problematiche riguardo le conseguenze del probabile evento metereologico, il sindaco non emetterà l’ordinanza di chiusura delle scuole.

Saperlo, è dispiaciuto non poco agli studenti speranzosi!

Ha preso poi la parola il direttore generale dell’IZSM, dottor Antonio Limone, che ha messo in evidenza che Portici mette insieme vari centri di ricerca di grande valore che quotidianamente svolgono attività di ricaduta non solo nazionale ma internazionale.

«Questa condizione – ha sottolineato il dottor Limone – si verifica tra le bellezze naturali, artistiche e storiche di questa città. Non è un caso che ci troviamo all’interno delle Reggia,a poca distanza dal Vesuvio e da Pietrarsa. Il focus di questi convegni ha messo insieme cibo, Ambiente e salute. Alla luce dei cambiamenti climatici, dei danni procurati dall’uomo al Pianeta, solo la Ricerca ci salverà, potrà dare una prospettiva alle future generazioni. E non è un caso che tutto questo accada sotto l’egida di un Ateneo

Sottolineando poi l’importanza di Portici Meta del Turismo Scientifico in Campania, che ritiene debba diventare uno strumento regionale e mettere insieme tutte le expertise della Campania, ha poi evidenziato l’importante funzione dell’IZSM: «Noi controlliamo gli alimenti che arrivano sulle vostre tavole. Il nostro Istituto è più avanti della Ricerca nazionale che non è ancora uscita dalla microbiologia: approfondisce la contaminazione dell’Ambiente che ricade sull’alimento con riflessi sulla salute umana

L’offerta della Campania è questa: cibo controllato e salutare, bellezze artistiche e culturali, clima mite e sole. E scusate se è poco!

Infine, il dottor Ezio Terzini, direttore dell’ENEA, e il professore Luigi Frusciante, docente di Genetica agraria, nonché rappresentante del Dipartimento di Agraria, hanno ribadito i concetti espressi dai loro colleghi.

Quindi è iniziata la fase convegnistica: i workshop scientifici sono stati incentrati su Sicurezza Alimentare e le 3 “R”:

  • la dottoressa Germana Colarusso dell’IZSM ha parlato di R-Rischio | Comunicazione del rischio;
  • il dottor Riccardo Aversano del Dipartimento di Agraria si è soffermato sul tema R-Risorsa | Dal rischio alla valorizzazione: la biodiversità come risorsa per un’agricoltura sostenibile;
  • il dottor Giorgio Galiero e la dottoressa Anna Cerrone dell’IZSM illustreranno R-Resilelienza | L’antibiotico resistente.

Inoltre sono intervenuti per:

  • Il consumo del suolo dalla scala comunale a quella europea il dottor Piero Manna del CNR-ISAFOM;
  • La magia della biodiversità: ortaggi in tavola la dottoressa Stefania Grillo di CNR-IBBR.
  • Alimentazione e attività sportiva, stili di vita per il benessere psicofisico il dottor Rosario Savino di SIPNEI, item sottolineato dalla dimostrazione di Taijiquan del Maestro Jia Jingquan.

Il Taijiquan è una disciplina orientale dalle origini marziali utile per il potenziamento del carattere e il miglioramento della postura. Jia Jingquan  è stato nominato dalla Provincia di Henan, Cina,ambasciatore” per la promozione della cultura di questa antica arte.

Il prossimo appuntamento con Portici Meta del Turismo Scientifico in Campania è per lunedi 18 novembre alle ore 9.30, dove si discuterà del progetto Air-Heritage.

I desk informativi dei ricercatori allestiti nel Galoppatoio Reale resteranno aperti al pubblico tutti i giorni fino a venerdì 15 novembre dalle ore 9 alle ore 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: