La solennità di San Francesco al Convento di Sant’Antonio

Il Poverello di Assisi celebrato al Convento di Sant’Antonio convento nella ricorrenza del centenario della rifondazione della Provincia di Napoli dei Frati Minori Conventuali

di Ciro Santisola

PORTICI (NA) – Ormai, fa parte dei ricordi la fase estiva della passerella teatrale e musicale Giugno al Chiostro, per la prima volta, protrattasi sino a settembre.

L’eccezionale kermesse, giunta quest’anno alla sua diciannovesima edizione, come sempre, ha riscosso un più che lusinghiero successo di pubblico. In talune serate sono state registrate circa 300 presenze.

Nel corso della rassegna culturale-ricreativa, sul palco, allestito nel settecentesco chiostro, artisti di diverso calibro, professionisti o filodrammatici, con le loro performance hanno fatto vivere momenti di lieta armonia ai numerosi spettatori.

Ricordiamo che Il cartellone, condiviso dai Frati Minori Conventuali  in unione con la Cetra Angelica Onlus, ha proposto:

  • Domenica 16 giugno – Sant’Antonio ’o purtuntuso.

Una lauda per cantanti e orchestra, dedicata al santo fraticello predicatore e taumaturgo lusitano.

Un lavoro, in lingua e in vernacolo, scritto e musicato dal maestro ercolanese Giovanni D’Angelo.

  • Mercoledì 3 luglio – Un incontro con Maria di Alda Merini.

Un concerto-spettacolo, impersonato dall’artista lucana Caterina Pontrandolfo, accompagnata al piano dal maestro Rodolfo Medina.

Un magnifico lavoro teatrale, organizzato in collaborazione con Il Teatro cerca casa e l’Associazione BLab, per celebrare i 100 anni del passaggio per la cittadina vesuviana del frate minore conventuale Maksymilian Maria Kolbe, al secolo Raimondo Kolbe.

  • Sabato 13 luglio – Viaggio a Sud | Damadakà in concerto.

Uno spettacolo di musica popolare del Mezzogiorno d’Italia.

I Damadakà (Michele Arpa, Daniele Barone, Dario Barone, Margaret Ianuario, Giovanni Saviello, Marianna Velotto, Mario Musetta) hanno eseguito brani della tradizione popolare, frutto di una ricerca minuziosa “sul campo” alla ri-scoperta di una eredità, una memoria che ormai si sta perdendo.

  • Sabato 20 luglio – Gianni Aversano con Napule: spade, ammore, resate e devuzione.

Uno spettacolo canoro musicale, interpretato dal poliedrico artista, autentico raffinato cultore del classico repertorio musicale partenopeo. .

Per l’occasione, il giullare napoletano Gianni Aversano è stato accompagnato dai musicisti Domenico De Luca alla chitarra e Michele De Martino al mandolino.

  • 15 settembre – Miseria e Nobiltà.

La celeberrima piéce in tre atti, scritta in napoletano dall’attore partenopeo Eduardo Scarpetta nel 1887, è stata interpretata dai filodrammatici della compagnia teatrale La Cordata, con la regia di Antonio Striano.

La comunità dei Frati Minori Conventuali, per questo primo scorcio d’autunno, per celebrare il serafico padre fondatore, proporranno una serie di attività spirituali, culturali e ricreative.

Questi gli appuntamenti del programma religioso:

  • martedì 1 – giovedì 3 ottobre: triduo di preparazione, ore 18,15, recita della corona francescana e celebrazione della Santa Messa;
  • giovedì 3 ottobre, ore 20: celebrazione del Transito di San Francesco
  • venerdì 4 ottobre: solennità di San Francesco: alle ore 18,15, recita della corona francescana, celebrazione della Santa Messa e preghiera di affidamento della comunità al Santo.

Queste, invece, le proposte del programma civile:

  • giovedì 1 ottobre: nella ricorrenza del 110 anniversario della morte, sarà ricordata la figura di padre Santo Salvatore Jovino, presente a Portici per oltre settant’anni.
  • venerdì 4 ottobre: a cura della Provincia di Napoli dei Frati Minori Conventuali, sarà pubblicato il volume Tra la memoria e la cronaca. 1919 – 2019 Cento anni di eventi e di volti.

Curato con impegno e competenza da fra Giorgio Tufano, segretario della Provincia napoletana, il lavoro sintetizza la cronistoria della presenza conventuale in Terra di Lavoro.

Una cronistoria «… scritta non soltanto dai suoi uomini più rappresentativi, ma continua ad essere composta nella cronaca quotidiana della Vigna evangelica da tutti gli operai invitati».

Un volume voluto per commemorare il primo centenario della rifondazione della Provincia di Napoli dei Frati Minori Conventuali, avvenuta con la celebrazione del Capitolo Provinciale tenuto a Portici dal 20 al 22 agosto del 1919.

  • venerdì 4 ottobre, ore 20 – spettacolo comico cabarettistico, con la partecipazione di Paolo Caiazzo, Ernesto Lama, Ernesto a Foria, Enzo e Sal di Made in Sud.

Durante la serata, presso gli stand gastronomici, funzionanti nel chiostro, si potranno gustare alcune specialità culinarie, preparate dalle volontarie della parrocchia.

Il ricavato della vendita confluirà ad accrescere il fondo per i lavori di restauro della chiesa e del convento.

  • sabato 5 ottobre, ore 20 – presentazione del libro Portici lapidaria di Stanislao Scognamiglio.

Un insolito modo di raccontare la storia della cittadina vesuviana.

La comunità francescana, composta dai frati Claudio Joris, Oreste Casaburo, Pasquale Piccolo, Roberto Sdino, nell’invitare la cittadinanza a intervenire, ricorda che, com’è consueto, l’ingresso e la partecipazione agli eventi sono del tutto liberi e gratuiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: