Le reliquie di San Padre Pio da Pietrelcina

di Stanislao Scognamiglio

PORTICI (NAPOLI) – Nell’anno in cui la Chiesa celebra il Giubileo della Misericordia, indetto da papa Francesco all’insegna del motto citato da San Pio da Pietrelcina «Semina la gioia nel giardino di tuo fratello e la vedrai fiorire nel tuo», la comunità dei Frati Minori Conventuali del convento di Sant’Antonio da Padova in via Università propone con gioia un secondo appuntamento di fede con la venerazione di alcune reliquie appartenute al Santo frate cappuccino, “apostolo della misericordia”.

Si ricorda, che un primo incontro con tre frammenti sacri – un guanto e due bende – è stato tenuto dal 15 al 17 gennaio scorso. Da allora, una delle due bende, straordinario dono fatto al cenobio conventuale porticese, è permanentemente custodita nel complesso convento-chiesa di Sant’Antonio.

Ancora una volta, quindi, provenienti da Pietrelcina, per benevole concessione dei Frati Minori Cappuccini del locale convento francescano, domenica 25 settembre, arriveranno a Portici altre due preziosissime reliquie. Precisamente un guanto, utilizzato per coprire una delle sue stimmate e una sua tonaca: per dieci giorni saranno ospitate dai Frati Minori Conventuali del convento dedicato al Santo lusitano.

Le due sacre reliquie sosteranno e saranno solennemente esposte nella chiesa parrocchiale di Sant’Antonio da Padova, per essere venerate dai fedeli. Il guanto sarà mostrato ai devoti del Santo e al popolo pregante dall’altare della chiesa, la tonaca, invece, sarà visibile nell’attigua barocca cappella del Sacro Cuore.

Nei dieci giorni di permanenza, sarà osservato il seguente programma liturgico:

  • Domenica 25 settembre:
  • alle ore 17, nella Cappella Reale sarà celebrato il rito di accoglienza,
  • a conclusione dell’incontro di preghiera, le sacre reliquie di San Pio saranno portate in processione al convento dei Frati Minori Conventuali,
  • alle ore 19, nella chiesa di Sant’Antonio da Padova sarà celebrata la Santa Messa. L’incruento rito, presieduto da padre Marcello Marciano, superiore del convento dei Frati Minori Cappuccini di Pietrelcina, sarà concelebrato dai Frati Minori Conventuali della comunità porticese. Seguirà la benedizione degli ammalati presenti in chiesa.
  • Lunedì 26 settembre – Lunedì 3 ottobre:
  • alle ore 9, alle 17 e alle 19, sarà celebrata la Santa Messa, che si concluderà con il bacio della reliquia.
  • Sabato 1 ottobre:
  • alle ore10, presso la Residenza Sanitaria Assistita per gli Anziani, sita al Viale Ascione, sarà officiata la Santa Messa, al termine della quale si terrà il bacio della reliquia.
  • Martedì 4 ottobre:
  • alle ore 9 e alle 17, sarà celebrata la Santa Messa, che terminerà con il bacio della reliquia,
  • alle ore 19, nella ricorrenza della solennità del serafico padre San Francesco d’Assisi, a chiusura della straordinaria esposizione delle sacre reliquie di San Pio, si terrà la solenne concelebrazione della Santa Messa, presieduta da monsignor Lucio Lemmo, vescovo ausiliare della diocesi di Napoli.

Data l’eccezionalità dell’evento, gli ammalati che sono nell’impossibilità di recarsi in chiesa, a richiesta, potranno essere visitati presso il loro domicilio.

Padre Tommaso Barrasso, parroco della chiesa di Sant’Antonio da Padova, coadiuvato da suoi confratelli in Cristo, padre Bernardino Fiore, guardiano del convento, padre Oreste Casaburo, padre Alfonso Panaligan faranno loro visita portando nelle case un frammento di una benda utilizzata dal San Pio per coprire le proprie ferite.

Le visite domiciliari, con almeno tre giorni di anticipo, potranno essere prenotate rivolgendosi al parroco stesso oppure alla segreteria dell’associazione La Cetra Angelica Onlus: 3932121045 – 0810663013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: