Le spose bambine – III puntata

Passano gli anni, ma spesso non si cresce con loro. È solo con le esperienze vissute sulla propria pelle che le bambine diventano donne 

di Bianca Sannino

In quel preciso istante Rosa si sentì travolgere da un’immensa emozione, il cuore, la mente, le viscere, tutto il suo corpo furono travolti da un’intensità tale da poter essere paragonata alla bomba atomica, che solo pochi anni prima aveva spazzato via due intere città.

Era felice, di una felicità che poteva far impazzire e mai avrebbe immaginato che la felicità fa male. Sperimentò sulla sua pelle che le emozioni possono essere molto simili, che l’impatto che hanno sull’essere umano hanno lo stesso potenziale distruttivo.

In quel momento non poteva saperlo, avrebbe purtroppo sperimentato più tardi che gioia, dolore, felicità, angoscia, rabbia, disperazione, tenerezza sono solo facce della stessa medaglia.

Non poteva immaginare quanto l’amore, che si era acceso nel preciso istante in cui aveva prestato lo sguardo al suo silenzioso accompagnatore, potesse essere foriero di tanto dolore.

In quel momento guardava solo attonita e smarrita quel giovane col cappello di sbieco che incalzò: Signorina? Rosa!? Posso venire a conoscere i suoi genitori? La osservo da tempo, ho intenzioni serie e voglio presentarmi ai suoi genitori? Crede che sia possibile? Perché non mi risponde? Non le piaccio? È già impegnata?

Rosa farfugliò qualcosa di incomprensibile, le gambe le tremavano, la lingua era paralizzata.

Annuccia, la sorellina accortasi dell’impasse della sorella, le scuoteva il braccio e la mano a cui era avvinta: Rosa? Questo signore ti sta chiedendo qualcosa, vuoi rispondere, cosa hai?

La giovane sposa bambina ebbe solo il coraggio di rispondere: Si.

E fu sposa per sempre.

 

Bianca Sannino, docente appassionata nella scuola statale italiana, vive e insegna a Portici da più di vent’anni.

Dopo aver attraversato perigliosi mari in vari ambiti e settori ed essersi dedicata alla redazione di libri saggistici e specifici del settore dell’insegnamento, esordisce oggi nel genere novellistico.

 Due lauree, corsi di specializzazione, master non sono bastati a spegnere la sua continua, vulcanica e poliedrica ricerca della verità. 

Da sempre, le sue parole che profumano di vita e di umanità, arricchite dalla sua esperienza e sensibilità, restituiscono delicati attimi di leggerezza frammisti a momenti di profonda riflessione.

Nel 2021 inizia la collaborazione con LoSpeakersCorner pubblicando una serie di novelle, tutte al femminile.

 

Articoli correlati:

 

3 pensieri riguardo “Le spose bambine – III puntata

  • 23 Gennaio 2022 in 10:33
    Permalink

    Mi batte il cuore aspettando il seguito.
    Avvincente.
    Non sarei capace di descrivere su carta i sentimenti che provo ma riesco a provare quelle di Rosa leggendo.

    Rispondi
  • 23 Gennaio 2022 in 11:18
    Permalink

    E fu sposa per sempre, di manzoniana memoria è un buon sommario per andare molto avanti negli anni. L’ introduzione iniziale ben ci cala nell’atmosfera degli anni 50, con le sequenze descrittive che illuminano scene che possiamo solo immaginare. L’esordio, fon la presentazione delle due protagoniste, è accattivante da innescare quella curiosità tale per voler leggere fino all’ultima riga. Nel coeso della narrazione, infatti, ci si chiede cosa succederà mai? Chi è quest’uomo? Andrà bene?
    Ora io non so l’autrice che intenzioni abbia, se continuare a raccontare il passato con quel sapore antico che ci ha saputo restituire o catapultarci in un passato più recente per svelarvi, dal quarto capitolo in poi, cosa sia successo affinché tutto quel dolore preannunciato si manifesti. Comunque sia, non vedo l’ora di continuare a leggere❤

    Rispondi
  • 26 Gennaio 2022 in 17:52
    Permalink

    Nei sogni di Rosa, aderenti ai modelli maschili dei fotoromanzi dell’epoca, c’è la costruzione dell’immagine dell’amore romantico cui tutte abbiamo aspirato. Sono cambiati i tempi, le mode, la comunicazione ma tutte coltiviamo o abbiamo coltivato il sogno d’amore. La formazione di ciascuna cambia poi forme e dinamiche degli innamoramenti senza alterarne il potenziale che esplode nelle vite di ciascuna. Con conseguenze sempre imprevedibili e diverse. Quale sarà quella che toccherà alla protagonista? .
    Non farmi aspettare troppo, Bianca.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: