Liceo Silvestri, un Istituto internazionale

PORTICI (NA) – Bilancio positivo per il Liceo Scientifico Filippo Silvestri: il 2017/2018 è stato un anno intenso. Nell’ambito delle attività internazionali si sono succeduti numerosi gli eventi di cui studenti e docenti sono stati protagonisti.

Nell’ottobre 2017, nell’ambito del Progetto Erasmus+ 2016-1-AT01-KA219-016660 Journeys of hope: Educational pathways to social inclusion and tolerance, le attività sono state aperte da un meeting internazionale cui hanno partecipato le docenti Emilia De Paola e Pina Russo all’Istituto Istanbul Lisesi, Turchia,.

Il Liceo Silvestri ha avuto una nomination a un premio europeo, l’Europa Staatspreis 2017 istituito dal Bundesministerium für Europa, Integration und Äusseres – Republik Österreich, grazie allo straordinario impegno per la promozione della consapevolezza europea e dei valori di inclusione e tolleranza.

Il meeting di Istanbul è stato seguito poi da uno scambio di studenti realizzato in Austria dal 5 all’11 novembre: insieme ad altri studenti provenienti dalla Grecia, gli allievi porticesi si sono recati all’Istituto Stiftsgymnasium zu Sankt Paul a St. Paul in Lavanttal, accompagnati dalla D.S. Teresa di Gennaro, dalle professoresse Emilia De Paola, coordinatrice italiana del progetto, e Stefania Iele.

Ancora, nel mese di marzo, in occasione della visita di una delegazione del’Istituto olandese Kennemer College, sono stati organizzati lavori ed attività culturali, tra cui un’interessante visita di sensibilizzazione al Centro di Accoglienza Onlus Less, struttura di accoglienza per rifugiati e richiedenti asilo. Protagonisti naturalmente gli alunni, che si sono esibiti nel canto e nella recitazione di testi attinenti alla tematica.

Successivamente, dal 15 al 21 luglio dello scorso anno, all’Istituto olandese Stiftsgymnasium der Benediktiner zu St. Paul a St. Paul in Lavanttal si è svolto il terzo incontro transnazionale dei partner che lavorano al progetto.

I rappresentanti delle 4 scuole europee coinvolte, la 4th High School of Ilion, Grecia, l’IES Joaquin Turina, Spagna, l’Istanbul Lisesi, Turchia, e il Liceo Scientifico Filippo Silvestri di  Portici insieme con le docenti Emilia De Paola e Patrizia Imparato, hanno incontrato il coordinatore e gli insegnanti austriaci per effettuare una valutazione finale del progetto e esaminare gli obiettivi raggiunti.

Il team internazionale ha inoltre elaborato una guida per altri docenti sulla tematica dell’inclusione e dell’integrazione dei rifugiati, disponibile al link

https://www.journeys-of-hope.eu/images/manualsguidebook/guidebookteachersfinaledition.pdf

A maggio è stato poi approvato il progetto Erasmus + KA1 Take and give!: CLIL courses for social inclusion and participation. L’ampia rete di contatti europei e i progetti sull’importanza della coesione sociale, il rispetto interculturale e la comprensione reciproca hanno fatto sì che i docenti, convinti che insegnare discipline e cultura attraverso una lingua straniera porti all’acquisizione delle abilità necessarie alle nuove professioni e dell’adattamento al mercato globale, hanno inteso fornire a tutti gli studenti gli strumenti di base per procedere nel loro percorso educativo. Nel settore dell’istruzione superiore, le materie, specialmente quelle scientifiche, sono infatti studiate in inglese, applicando nuovi metodi e strumenti didattici secondo la strategia Content and Language Integrated Learning. Le docenti del Liceo Silvestri hanno perciò frequentato corsi di formazione per l’apprendimento della CLIL.

In agosto, si apprese che il progetto Erasmus + 2018-1-NL01-KA229-038972 Welcome to Europe, my country, my city, my school! era stato approvato. Il progetto è svolto in sinergia con il liceo olandese Kennemer College con la scuola greca 1 Epal Kavalas e con la tedesca Nicolaus- August-Otto-Schule Berufsbildendende Schule Diez.

Nel frattempo il Liceo Silvestri aveva risposto al Bando di concorso del MIUR Porte d’Europa, per la selezione le scuole partecipanti al progetto, nonché alle iniziative concomitanti con la celebrazione del 3 ottobre della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

Il progetto ha inteso sviluppare la cultura della solidarietà, dell’accoglienza e del dialogo attraverso azioni di formazione partecipata all’interno delle scuole, rafforzando nei giovani la consapevolezza e la conoscenza dei temi del fenomeno migratorio, dei diritti umani dei rifugiati e dei richiedenti asilo.

Gli studenti della Liceo Silvestri hanno svolto in collaborazione con l’Istituto greco 4th High School of Ilion un percorso laboratoriale e formativo culminante nella produzione di un booklet con lavori di ricerca, fotografie e disegni con il quale l’Istituto porticese è stato tra le scuole vincitrici che hanno partecipato ai workshop e all’evento conclusivo a Lampedusa nell’ottobre 2018.

E l’internazionalizzazione è completa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *