Mangiabene. Ogni giorno.

di Stanislao Scognamiglio

NAPOLI – Nell’ampia cornice di piazza grande del Gnam Village di Città della Scienza in via Coroglio sabato 10 e domenica 11 giugno, si terrà Mangiabene. Ogni giorno. Sarà un evento ricco di workshop, organizzato da Slow Food Campania e Gnam Village per contribuire a comporre una rete di operatori agroalimentari che possa rendere accessibile ogni giorno il cibo Buono Pulito e Giusto, inserito nel progetto Verso Leguminosa 2018, promosso e sostenuto dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania.

Chiaro il messaggio rilasciato dal dottor Giuseppe Orefice, tecnologo alimentare e presidente dello Slow Food Campania e Basilicata, all’atto della presentazione della due giorni partenopea: «Mangiare bene ogni giorno può sembrare alla portata di tutti.Slow Food Campania sostiene invece da tempo che per raggiungere questo obiettivo sono necessarie consapevolezza, conoscenza e responsabilità Per questo motivo abbiamo scelto per affrontare l’argomento due temi che hanno a che fare con il modo in cui mangiamo quotidianamente: le mense scolastiche e il pane».

La kermesse ospiterà i produttori afferenti a diverse Condotte Slow Food campane on i loro presidi: Paniere Flegreo con le ciliegie di Marano e le primizie estive (Campi Flegrei), Presìdi e Comunità del Cibo dell’area metropolitana di Napoli (Napoli); trasformatori di grani antichi della Campania (provincia di Benevento).

In entrambi i giorni dell’evento, all’ora del pranzo, i maestri pizzaioli aderenti all’Alleanza Slow Food dei Cuochi della Campania e della Basilicata, utilizzando il forno a legna dello Gnam Village, proporranno la degustazione delle loro creazioni realizzate con farine ottenute dalla macinazione di grani antichi: Pasquale Bisogno (Nonna Nannina, Cava de’ Tirreni), Giovanni Civitillo (Millennium Pub, Cusano Mutri), Valentino Tafuri(3Voglie, Battipaglia), Vito De Vita ed Helga Liberto (Pizzart, Battipaglia), Alessandro Tirino (Antovin, Airola) ed Ernesto Varricchio (Oasi dell’Antica Quercia, Benevento).

Il programma delle due giornate:

Sabato 10 giugno

  • ore 9 – 16: Come un… Mercato della Terra. Produttori e trasformatori dell’area metropolitana di Napoli, produttori dei Presìdi Slow Food della Campania, Comunità del Cibo della Regione Campania e testimoni della filiera del grano e dei legumi della Campania e della Basilicata porteranno in vendita i propri prodotti.
  • ore 10: Conferenza delle CondotteSlow Food Campania e Basilicata. Incontro dei Fiduciari e Delegati delle Condotte di Slow Food Campania e Basilicata. La Conferenza delle Condotte è uno dei momenti partecipativi dell’Associazione in cui ci si confronta sui temi legati alla crescita dell’Associazione a livello regionale. Intervengono tutti i dirigenti locali di Slow Food.
  • ore 11.30: Narrare il cibo e la cultura di un territorio. Presentazione del progetto “50 sfumature di Pasta” a cura dell’Istituto Istruzione Superiore “Don Lorenzo Milani” di Gragnano con l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” e del progetto conclusivo dell’Alternanza Scuola Lavoro del Liceo Scientifico di Saviano con Markappa, per comunicare in maniera smarti prodotti simbolo dell’identità campana.
  • ore 12: Le vie del Gusto. Il pane e la pizza con i grani antichi (con incursioni “leguminose”) raccontati dalle sapienti mani dei pizzaioli dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi della Campania e della Basilicata. Intervengono i pizzaioli Pasquale Bisogno della Pizzeria Nonna Nannina di Cava de’ Tirreni (SA) e Giovanni Civitillo di Millennium Pub di Cusano Mutri (BN).
  • ore 16: Alleati per la mensa. Convegno sulle best practices legate alla refezione scolasticae collettiva presenti sull’intero territorio nazionale. Idee per una condivisione e un ampliamento del percorso con l’’intervento di Filippo Diasco, direttore generale delle politiche agricole alimentari e forestali della Regione Campania; Claudia Paltrinieri, owner di Foodinsider.it; Maria De Biase, dirigente dell’Istituto Comprensivo di Santa Marina (SA); Marta Giardinelli, promotrice del Comitato “Ripensa la mensa” di Napoli; Giovanni Caggiano, sindaco di Caggiano (SA); Maria Angela Losi, Dipartimento ad Attività Integrata di Cardiologia, Cardiochirurgia ed Emergenze Cardiovascolari Azienda Ospedaliera Universitaria “Federico II” di Napoli; Michele De Angelis, responsabile coop. Prisma mense Sorrento e Massa Lubrense.

Domenica 11 giugno

  • Ore 9 – 15: Come un… Mercato della Terra. Produttori e trasformatori dell’area metropolitana di Napoli, produttori dei Presìdi Slow Food della Campania, Comunità del Cibo della Regione Campania e testimoni della filiera del grano e dei legumi della Campania e della Basilicata porteranno in vendita i propri prodotti.
  • ore 11: Le voci del grano.Presentazione e distribuzione ai partecipanti del documento di sintesi sui grani antichi come futuro dell’umanità, emerso dai lavori tenuti nel corso delle giornate della prima edizione di Sementia, evento dedicato alla cerealicoltura nell’Appennino, conclusosi nel Sannio nel novembre del 2016. Annuncio pubblico del lancio della seconda edizione di Ogni giorno.
  • ore 12: Le vie del Gusto. Il pane e la pizza con i grani antichi (con incursioni “leguminose”) raccontati dalle sapienti mani dei pizzaioli dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi della Campania e della Basilicata. Intervengono i pizzaioli Valentino Tafuri della Pizzeria 3Voglie di Battipaglia (SA), Vito De Vita ed Helga Liberto di Pizzart di Battipaglia (SA), Ernesto Varricchio della Pizzeria Oasi dell’Antica Quercia di Benevento e Alessandro Tirino del Ristorante Pizzeria Antovin di Airola (BN).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: