Figli di Portici famosi: Marino Caracciolo

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Marino Caracciolo è nato «… nel nobile, e delizioƒo Villaggio di Portici vicino a Napoli»,  il 17 giugno 1668.

È stato generato da Francesco Marino Maria Caracciolo e da Girolama Pignatelli d’Aragona de’ Duchi di Terranova e di Monteleone.

Discendente della «… gran Caƒa Caracciolo,che ha prodotti tanti illuƒtri Principi, e tanti Uomini di chiara fama», ha ereditato i titoli di principe di Avellino, gran cancelliere del Regno di Napoli.

Discepolo «… di Filippo D’Anastasio, Arcivescovo di Sorrento, e di Lionardo di Capua», con straordinario profitto, ha appreso «le buone lettere, e le migliori ƒcienze».

Distinto prosatore e poeta, il 2 luglio 1691, è stato «… con ineƒfplicabile godimento universale annoverato fra’ noftri Arcadi col nome di Clizio Lusiano».

In segno di gratitudine per essere stato ammesso all’Accademia dell’Arcadia, ha composto un ragionamento Pastorale. Un componimento, « … dal quale non ƒolo apparito il ƒuo talento nel proƒeggiare, ma anche nella Toƒcana Poeƒia, eƒƒendovi meƒcolati alcuni ƒuoi Madrigali».

Per essere stato «… gran fautore dei letterati» e «per le altre ƒue belle, e rare doti dell’animo ottenne il glorioƒo nome d’ornamento, e ƒplendore della Nobiltà Napolitana, e fu tenuto per lo più ragguardevole, e rinomato Barone del Regno di Napoli».

Ha sposato Antonia Spinola Colonna de’ Marchesi de los Balbases, dalla quale ha avuto quattro figli: due maschi e due femmine.

Per la sua indiscussa fedeltà all’imperatore del Sacro Romano Impero Carlo VI d’Asburgo, è stato elevato alla dignità di Grande di Spagna.

Per «… lo zelo non meno, che per la prudenza fperimentala ne’ più malagevoli impieghi», dall’imperatore è stato nominato ambasciatore ordinario presso il sommo pontefice Clemente XI (Urbino, 1649 – Roma, 1621).

Trasferitosi a Vienna, su richiesta dell’imperatore Carlo, risiedendo a corte, è divenuto il «… consigliere prediletto» di sua maestà cesarea, e cattolica.

A causa di «… una infermità di puntura, o di un ascesso interno» il «… letterato e diplomatico», il «… mecenate ed avventuriero» Marino Caracciolo muore a Vienna, il 18 febbraio 1720.

Altri profili di porticesi famosi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *