Metropark a Salerno Irno

FS Italiane: nuovo parcheggio Metropark a Salerno Irno aperto h24 con 65 posti auto  e tariffe convenienti

SALERNO – Metropark (Gruppo FS Italiane) ha aperto un nuovo parcheggio alla stazione di Salerno Irno.

Metropark è impegnata non solo nel promuovere lo scambio intermodale tra automobile e treno, ma anche nel favorire lo sviluppo delle stazioni come poli di integrazione tra persone, modalità di trasporto e funzionalità urbane. Attiva nella progettazione, realizzazione e gestione di sistemi di informazione integrata ai viaggiatori in una logica di modalità sostenibile.

Realizzato da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), si trova in viale Unità d’Italia, in prossimità del lungomare e della Cittadella Giudiziaria, offrendo complessivi 65 posti auto, di cui due dedicati alle persone a ridotta mobilità.

Tecnologicamente avanzato, il parcheggio è dotato di controllo automatizzato e videosorvegliato degli accessi, assistenza ai clienti in tempo reale e predisposizione per futura ricarica di veicoli elettrici. L’area parking rappresenta un tassello importante nel progetto di riqualificazione dell’area e di miglioramento dei servizi al cittadino.

Orario e tariffe. Il parcheggio è aperto tutti i giorni 24 ore su 24 e prevede una tariffa oraria di un euro. Per chi sceglierà l’abbonamento, il costo sarà di 50 euro mensili. Con la modalità kiss&ride, con permanenza inferiore a 15 minuti, la sosta è gratuita.

Fruizione tramite app e web. Attraverso l’app Metropark, si può verificare in tempo reale la disponibilità del posto auto. Inoltre, presto si potranno prenotare e acquistare biglietti integrati (treno + posto auto) sul portale Trenitalia, mentre con l’app nugo sarà possibile prenotare e pagare la sosta.

La realizzazione del nuovo parcheggio si inserisce fra gli obiettivi del Gruppo FS Italiane che, attraverso infrastrutture e servizi per il potenziamento dello scambio modale, mira al miglioramento della mobilità sostenibile con il trasferimento di quote di traffico dall’auto privata al trasporto collettivo e allo sviluppo di nuove forme di spostamento, tra cui quella condivisa ed elettrica.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: