Napoli Film Festival, martedì è il giorno di Lou Castel

di Renato Aiello

NAPOLI (NA). L’attore ribelle Lou Castel, icona del cinema della contestazione, volto cult di autori come Bellocchio, Cavani e​ Samperi, è l’ospite della seconda giornata del Napoli Film Festival, la kermesse che animerà Napoli dal 25 settembre al 1 ottobre. Nella giornata di domani martedì 26 settembre, alle ore 19 presso l’Institut Français, Castel racconterà insieme al regista Pierpaolo De Sanctis l’esperienza del documentario A pugni chiusi, in cui l’artista 74enne di origini svedesi, nato a Bogotà ma cresciuto a Roma, è protagonista in prima persona della sua parabola artistica ed esistenziale sul grande schermo.

In mattinata è previsto invece il convegno dal titolo Cinema in Campania, anno 2017: un passo nel futuro, sempre all’Institut Françaisma alle ore 10, promosso dal CLARRC, il Coordinamento Lavoratori Regione Campania Audiovisivi e Cinema, per illustrare il percorso degli ultimi due anni, culminati con l’approvazione della Legge regionale sul cinema nel novembre 2016 e la successiva pubblicazione dei bandi per la produzione con i fondi POC, fino alla recentissima emanazione delle misure attuative per il 2017 della normativa a sostegno all’attività cinematografica.

Dopo i saluti di Jean-Paul Seytre, Console generale di Francia a Napoli e direttore del Grenoble, e di Mario Violini, Direttore del Napoli Festival, i lavori saranno introdotti da Antonella Di Nocerapresidente CLARCC, e vi prenderanno parte Antonio BorrelliAngelo Curti, il regista Edoardo De Angelis, l’attore Enzo Decaro e la regista Antonietta De Lillo, reduce quest’ultima da Venezia 74 col suo Il signor Rotpeter. Parteciperanno all’incontro il direttore generale per le politiche culturali e il turismo della Regione Campania, Rosanna Romano e il direttore della Film Commission regionale, Maurizio Gemma.

Durante la giornata continuano ovviamente le proiezioni dei film in concorso: all’Institut Français lo spagnolo La puerta abierta di Marina Seresesky alle ore 16,  in gara per Europa/Mediterraneo, e Una vita in cambio di Roberto Mariotti per Nuovo Cinema Italia (alle ore 17.30). I lavori del concorso Schermo Napoli saranno proiettati dalle 10 alle 18.30 al Cinema Hart.

Aria di cinema classico hollywoodiano invece alle ore 21 al Cinema Hart con la proiezione di Due per la strada, un film di Stanley Donen, con Audrey Hepburn e Albert Finney a cinquant’anni dalla sua uscita nelle sale.

Per la retrospettiva dedicata a invece a Raúl Arévalo nella sezione Percorsi d’autore, sarà proposta la visione di Azul oscuro casi negro all’Instituto Cervantes alle ore 18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: