Napoli tra sacro e profano

L’Associazione Assodipendenti –Terramia per questo fine settimane propone ancora due imperdibili  visite guidate: sabato 28 gennaio è in programma una escursione al complesso monumentale di Santa Maria La Nova, mentre domenica 29 gennaio ci condurrà nella Chiesa e nell’Ipogeo delle Anime del Purgatorio a Arco.

Sabato 28 gennaio. Il complesso monumentale di Santa Maria La Nova, la cui chiesa è detta “la Nova” per distinguerla da quella di Santa Maria ad Palatium, risalente al periodo svevo, che sorgeva nel luogo dove fu poi edificato il maschio Angioino. Infatti Carlo I d’Angiò, volendo edificare Castel Nuovo, demolì il complesso cedendo in cambio ai frati, il 10 maggio 1279, il luogo ove si trova l’attuale e chiesa e sul quale sorgeva, a guardia del porto, l’antica torre Maestra.

Successivamente, nel XVI secolo,  la chiesa fu completamente ricostruita e nel corso del tempo venne finemente arricchita con capolavori come l’altare maggiore disegnato da Cosimo Fanzago nel 1633, il crocifisso ligneo di Giovanni Merliani da Nola e lo splendido soffitto in legno dorato, realizzato tra il 1598 ed il 1603, abbellito con quarantasei tavole di vari artisti dedicate alle storie della Madonna.

Del Complesso Monumentale fanno parte i due chiostri. Il minore è affrescato con episodi della vita di San Giacomo della Marca e ospita alcuni monumenti sepolcrali provenienti dalla chiesa, tra cui quello in cui secondo uno studio recente sarebbe stato seppellito Vlad III Dracul, principe di Valacchia, passato alla storia come conte Dracula.

Infine, si visiteranno anche gli ambienti della Sagrestia, riccamente decorata, e dell’Antico Refettorio, abbellito dall’affresco del Bramantino La salita al Calvario.

Programma:

  • Ore 10: raduno dei partecipanti davanti all’ingresso della chiesa di S. Maria la Nova.
  • Ore 10,30: inizio visita guidata; durata: 90 minuti circa.

Contributo associativo:  euro 5 associati – euro 7 non associati .

Il costo del biglietto di ingresso, escluso dal contributo associativo, è di € 5 per gli adulti, e di € 3per i bambini e ragazzi dai 10 ai 18 anni.

Domenica 29 gennaio. La visita guidata alla Chiesa  delle Anime del Purgatorio a Arco e al suo Ipogeo, nel cuore del centro storico, farà rivivere la storia delle anime dei defunti quivi sepolti.

L’edificio sacro vene progettato dall’architetto Giovan Cola di Franco e  consacrato il 2 novembre del 1638.  Dedicata alle anime del purgatorio, fu detta “ad arco” in ricordo di un arco all’incrocio tra via Tribunali, via Nilo e via Atri, su cui si ergeva un torrione medievale che ospitava il Sedile di Montagna.

La struttura fu concepita su due livelli: la chiesa superiore rimanda alla dimensione terrena, mentre l’ipogeo alla concreta rappresentazione del Purgatorio.

All’interno la sontuosità dell’arte barocca e i simboli mortuari si combinano perfettamente. Tutto l’apparato decorativo serviva a ricordare a passanti e fedeli che le anime attendevano ‘o refrisco, una preghiera in suffragio per liberarsi dal fuoco del Purgatorio e ascendere in Paradiso. Una lunga e singolare tradizione che si protrae a Napoli da secoli che lega vivi e morti con un particolare e complesso rituale.

Lucia è l’anima più famosa di questa cripta. Sono varie le versioni riguardo la sua storia. Sembra si trattasse di Lucia D’Amore, figlia unica del principe di Ruffano Domenico D’Amore, data in sposa al marchese Giacomo Santomago nel 1780-90. Lucia non voleva sposarlo e a quanto pare si suicidò o morì di dolore o, una volta sposata, morì annegata dopopoco. Il padre, devoto della Chiesa, la volle seppellire lì e da allora è nata una particolare devozione per lei, sopratutto da parte delle donne in cerca di marito. Ancora oggi il teschio di Lucia D’Amore è quello più venerato.

Programma:

  • ore 09.50: raduno dei partecipanti davanti all’ingresso della chiesa  .
  • ore 10: inizio visita guidata; durata: circa 90 minuti.

 

Contributo associativo:  Euro 10 associati Assodipendenti-Terramianapoli e Cral affiliati (comprensivo di biglietto d’ingresso e visita guidata con guida turistica abilitata).

Scarica l’app gratuita assodipendenti sul tuo cellulare direttamente da playstore (solo per android)

Per maggiori informazioni e prenotazioni: Associazione culturale Assodipendenti – TerramiaNapoli, via Francesco Arnaldi, 48 – 80126 Napoli; 081.6140920; 08119463799; www.assodipendenti.it – terramia.napoli.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: