Nasce a Napoli il primo gruppo FAI Ponte Tra Culture

di Rosanna De Simone

Il primo gruppo FAI Ponte tra Culture verrà presentato mercoledì 20 giugno 2018 nel suggestivo Palazzo Zevallos Stigliano di Napoli.

Il gruppo FAI Ponte Tra Culture è nato da un progetto Arte Ponte tra culture del 2015, frutto dalla collaborazione dell’Associazione Amici del FAI e della Gallerie d’Italia. Il progetto era rivolto a tutti i cittadini italiani di origine straniera interessati a conoscere e condividere il patrimonio storico ed artistico d’Italia, grazie a corsi di formazione per mediatori artistico-culturali. A Napoli il progetto è stato realizzato nella cornice dello storico Palazzo Zevallos Stigliano in via Toledo che, insieme al Palazzo Scala di Milano e il Palazzo Leoni Montanari di Vicenza, è parte delle Gallerie d’Italia di Intesa San Paolo. Qui i mediatori artistico-culturali sono stati coordinati dal professor Leonardo Di Mauro allo scopo di presentare nelle loro rispettive lingue il grande patrimonio artistico diPalazzo Zevallos.

Concluso il progetto Arte Ponte tra culture il gruppo di mediatori artistico culturali ha continuato a collaborare con la Delegazione FAI di Napoli. Durante le Giornate Nazionali del FAI, quelle di Autunno e di Primavera, i volontari FAI sono impegnanti ad aprire decine e decine di siti della città che sono spesso sconosciuti o inaccessibili alle visite. La presenza dei mediatori artistico-culturali in queste giornate, grazie alle loro visite in lingua,  ha permesso che quest’apertura si rivolgesse sia a cittadini italiani di origine straniera sia alle minoranze linguistiche  presenti nel nostro territorio, ma anche ai turisti che sono sempre più presenti nella città partenopea.

Dal 2015 la presenza dei mediatori è stata costante, diventando parte attiva del numeroso gruppo di volontari FAI di Napoli. Ad esempio, volendo ricordare gli ultimi eventi, durante le giornate FAI di Autunno 2017 erano presenti nella Chiesa di Sant’Eligio, mentre nelle giornate FAI di Primavera del 2018 erano presenti nel Salone Margherita, sempre garantendo visite in lingua. Un gruppo che è una realtà ben solida e da tre anni continua a raccontare le bellezze di Napoli a tutti coloro che la abitano o la visitano. La presentazione del Primo Gruppo FAI Ponte tra culture è un fondamentale riconoscimento del loro impegno e della loro passione, ma anche un onore per la città di Napoli. La presentazione  di  mercoledì 20 Giugno 2018 si terrà nel luogo dove il gruppo è nato: Palazzo Zevallos Stigliano.

L’evento su aprirà alle 18 con l’intervento di Antonio Ernesto Denunzio, Direttore di Palazzo Zevallos Stigliano. A seguire prenderanno parola Nino Daniele, Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, Maria Rosaria de Divitiis, Presidente FAI Campania, Francesca Vasquez, Coordinatrice del progetto FAI Ponte tra Culture Napoli e Graziana Orsi, Capo gruppo FAI Ponte tra Culture Napoli.

Dopo la presentazione i mediatori artistico-culturali accompagneranno gli ospiti in visite guidate. Saranno presenti mediatori per le seguenti lingue: Arabo, Creolo, Francese, Portoghese, Romeno, Spagnolo, Ucraino e Wolof. La collezione di opere del Palazzo Zevallos è preziosissima e oltre al celebre Martirio di Sant’Orsola di Caravaggio, i mediatori illustreranno le opere di Luca Giordano, Pitloo, le sculture e i disegni di Vincenzo Gemito e tantissimo altro.

Visto il comprovato successo del progetto del 2015, nell’autunno 2018 verrà realizzato un nuovo corso formativo, questa volta al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Il progetto, per il quale si deve ringraziare il direttore del MANN, Paolo Giulierini, formerà un nuovo gruppo di mediatori che potranno presentare nella loro lingua alcune collezioni presenti nel Museo.

Il FAI da anni si impegna per valorizzare, proteggere e soprattutto far conoscere il patrimonio storico ed artistico d’Italia. Con la nascita del FAI Ponte tra culture gli obiettivi della fondazione si ampliano raccogliendo un raggio sempre maggiore di persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *