NTFI, non solo teatro

Fitto calendario di appuntamenti in programma sabato 11 luglio al NTFI | Napoli Teatro Festival Italia, giunto alla 13esima edizione, la quarta diretta da Ruggero Cappuccio.

L’NTFI è realizzato con il sostegno della Regione Campania, presieduta da Vincenzo De Luca, e organizzata dalla Fondazione Campania dei Festival, guidata da Alessandro Barbano.

L’NTFI si sposta nell’avellinese, e precisamente al Complesso Monumentale di Solofra, dove va in scena alle 21 Li canti della Gatta Cenerentola, un progetto di teatro musicale e pupi napoletani di Ambrogio Sparagna, che vede la partecipazione straordinaria di Iaia Forte, voce solista, e l’interpretazione di Violetta ErcolanoAldo De MartinoMaurizio Stammati, Erasmo Treglia con l’Orchestra Popolare Italiana. Lo spettacolo, ispirato alle raccolte Lo cunto de li cunti (1634-1636) di Giambattista Basile racconta le fantastiche avventure della giovane Zezolla, che da figlia di un principe si ritrova dapprima a diventare serva addetta alle mansioni domestiche (Gatta Cenerentola) e poi, grazie a una serie di avvenimenti magici, principessa. L’impianto drammaturgico si avvale dalla presenza in scena dei Pupi Napoletani del Museo Ipiemme e degli attori/musicisti. Li canti della Gatta Cenerentola viene trasmesso anche in diretta streaming su live.napoliteatrofestival.it, su Radio CRC, sul Canale 620 del Digitale Terrestre e sull’App ufficiale di CRC, e sulla piattaforma Ecosistema digitale per la cultura della Regione Campania.

Alle 21 al Cortile della Reggia di Capodimonte, la compagnia Vuccirìa Teatro presenta in prima assoluta David, una coproduzione di Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini e Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival. Scritto e diretto da Joele Anastasi, anche interprete accanto a Federica Carruba Toscano, Eugenio Papalia ed Enrico Sortino, David rappresenta il simbolo di un corpo che diventa l’occasione per liberare tutta la forza utopica dell’ideale: il lavoro si configura in primo luogo come la rappresentazione ideale e artistica di un fratello, ma soprattutto è simbolo di una grande assenza. Attraverso le vicende di una famiglia che ha cristallizzato la presenza di un posto vuoto a una tavola in un’ingombrante icona, David si converte in un rito che incarna un atto iconoclasta, liquefacendosi in materia. Lo spettacolo non è consigliato a un pubblico di età inferiore ai 14 anni.

Dal capolavoro di Carlo Collodi, Pinocchio, scritto e diretto da Laura Angiulli, va in scena prima assoluta al Cortile d’Onore di Palazzo Reale, ore 21 (in replica alle ore 23), con Ginestra Paladino, le immagini di Mimmo Paladino, le musiche originali di Pasquale Bardaro e il disegno luci di Cesare Accetta.

«Un pezzo di legno di catasta duro e resistente, ma già entità esigente e percettiva prima ancora di trovare la compiutezza della forma – ha spiegato Laura AngiulliQuesto è “Pinocchio” di Carlo Collodi, una galleria di personaggi che scorrono come in un rullo, e si colorano in deliziose figure richiamate al nostro immaginario dalla memoria dei racconti d’infanzia, perché i Grilli, i Lucignoli, i Ciuchini parlanti, e i tanti altri compagni di quel viaggio di formazione, assunti a archetipi domestici, a eroi in sedicesimo rivivono in forme letterarie diverse, gustosamente reinventate – oltre l’autore originario – dalla penna e più generalmente da tante narrazioni, significativi contributi che attraversano forme e linguaggi di assoluta varietà».

Prosegue per la sezione Musica dell’NTFI la rassegna 7 gradi settimana di concerti a cura di Massimiliano Sacchi, e lo fa in apertura di serata, alle ore 19.30 al Cortile delle Carrozze di Palazzo Reale, con #nujazz, titolo del concerto di Ciro Riccardi Napoli Underground: dopo il disco Racconti di vinile, il jazzista Ciro Riccardi, alla tromba, lavora su nuove visioni musicali che partono dalle radici greche della musicalità partenopea, accompagnandosi al basso elettrico di Vincenzo Lamagna e alla batteria di Marco Castaldi.

La serata si conclude sempre al Cortile delle Carrozze di Palazzo Reale, dove alle 22 sarà proiettato il film Totò, Peppino e i fuorilegge di Camillo Mastrocinque (Italia 1956, 99’), per rendere omaggio ai grandi attori napoletani Totò, Peppino De Filippo e Titina De Filippo, nell’ambito della rassegna Lo schermo per la scena – corpo e voce dell’attore napoletano a cura di Roberto D’Avascio.

Replica, infine, alle 21 al Cortile del Maschio Angioino di Nzularchia – in lettura e in corpo di e con Mimmo Borrelli e le musiche dal vivo di Antonio Della Ragione, prodotto dal Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale con Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia.

Il ricavato dello spettacolo Li canti della Gatta Cenerentola e del concerto di Ciro Riccardi, eventi programmati nella sezione Musica del festival, andrà in beneficenza all’Istituto nazionale tumori Fondazione Pascale di Napoli.

Sul sito napoliteatrofestival.it sono consultabili le promozioni e gli eventi gratuiti. 

Di seguito il programma in dettaglio

schede spettacoli 11 luglio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: