Piccoli infioratori crescono

di Ciro Santisola

SAN VALENTINO TORIO (SA) – Nel comune della piana nocerina-sarnese da sabato 15 a domenica 16 settembre, in onore della Madonna Addolorata, si è svolta la suggestiva Infiorata di Casatori.

Nel corso della manifestazione, giunta quest’anno alla sua 23esima edizione le strade del borgo di Casatori, sono state rivestite di fiori.

Nel rispetto della tradizione, l’evento ha visto concretizzare la XX edizione del Festival dell’Infiorata, attuato da gruppi ospiti, aderenti all’Associazione Nazionale delle Infiorate Artistiche d’Italia Infioritalia.

Un attesissimo appuntamento, ideato e costruito allo scopo di far conoscere e valorizzare l’arte dell’infiorare. Una particolare forma d’arte che vede tantissimi artisti infioratori, impegnati in molti comuni d’Italia e di diverse Nazioni nei cinque Continenti.

Questi, nell’arco temporale, che va dalla settimana Santa alla fine dell’Estate, lavorando incessantemente per settimane, realizzano delle stupende opere floreali per rendere omaggio al Corpus Domini o ai propri Santi patroni.

Le belle composizioni, di quest’ultima tornata della kermesse va lentinese, com’è solito, ha riscosso l’entusiastica ammirazione dei visitatori. Sorprendente il giudizio espresso da un bambino. Il piccolo, critico in erba, dopo aver osservato la lunga serie dei 16 i manufatti in via dell’Infiorata, rivolto a la proprio genitore, ha esclamato «… quanta pazienza per far questo…».

Contestualmente, alla suggestiva performance prodotta dagli artisti più adulti, sia locali che provenienti da altre regioni italiane, si è tenuta la XX edizione di Piccoli infioratori.

È questo un evento, voluto dall’Associazione La via dei colori, al fine di preservare e tramadare la tradizionale arte della composizione di artistici quadri floreali.

Emulando i più grandi ed esperti artisti, gli alunni delle scuole primarie del circondario, scientemente guidati, hanno realizzato le loro immagini, utilizzando migliaia di petali di fiori.

Rispettando appieno l’annuale tema, nella realizzazione dei loro capolavori, i piccoli infioratori si sono ispirati all’ideale viaggio attraverso la storia di Peter Pan e l’isola che non c’è, storia tratta dal romanzo Peter e Wendy, scritto da James Mattews Barrie nel 1911.

Questi i bozzetti dei quadri realizzati in via Santa Maria delle Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *