Figli di Portici famosi: Carlo Acton

di Stanislao Scognamiglio

Si parla spesso di  personaggi porticesi per nascita dei quali si sta perdendo il ricordo. Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Carlo Acton è nato a Napoli il 25 agosto 1829.

Completati a Napoli gli studi di pianoforte e composizione, è divenuto pianista e compositore.

«… negli anni della sua giovinezza» ha musicato canzoni, canti e melodie, «… poi raccolte e pubblicate nel 1854».

Successivamente ha concepito «composizioni di maggior impegno» producendo brani di «… musica da camera e sacra, romanze e “pezzi” per orchestre a plettro

«… sia l’editore B. Girard che T. Cottrau»  hanno pubblicato molte delle melodie napoletane da lui musicate. Fra le più note, citiamo: La serenata, La nnammurata, La panettera, La acquaiola, Lo nnammurato pacenziuso, Lo ciuccio de Cola, La stolarella, Lo sfelenzo»

Le sue opere: «… romanze, Fan­tasie, Studi, opere didattiche per pianoforte, pezzi per fanciul­li, brani per orchestre a plettro e tante altre», sono state «… in larga parte pubblicate anche dall’editore milanese G. Ricordi & C.».

Molto apprezzato dal pubblico borghese e aristocratico, per i suoi «… morceaux de salon» dai fantasiosi titoli francesi e inglesi, ha visto crescere notevolmente la sua popo­larità «… grazie anche a numerose fantasie e trascrizioni Bellini, Do­nizetti, Rossini, Verdi, ecc.».

Ha trascorso a Portici gli ultimi anni della sua lunga vita, dove condivide l’amicizia con il sacerdote musicista Beniamino Spedaliere. All’amico dedica  il brano «… A mon bien aimé le reverend Benjamin Spedaliere, una sua composizione per harmonium (o organo) Chant des anges: pensée melodique (op. 547), pubblicata a Milano da G. Ricordi e C., nel 1900».

Il compositore Carlo Acton muore a Portici, di martedì 2 febbraio 1909.

Spartiti e partiture di alcune opere composte da Carlo Acton sono conservate presso il Fondo Musi­cale della chiesa parrocchiale di Maria Santissima Addolorata di Portici.

Altri profili di porticesi famosi:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *