Figli di Portici famosi: Giacomo Cautiero

di Stanislao Scognamiglio

Si parla spesso di  personaggi porticesi per nascita dei quali si sta perdendo il ricordo. Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Giacomo Cautiero è nato a Portici il 20 giugno 1891.

Discendente di una famiglia di medici e di farmacisti, giovanissimo si è laureato in Medicina e Chirurgia «… all’Università di Napoli con pieni voti, lode e pubblicazione della tesi».

Allievo prediletto del professore «Giovanni Castronuovo», è stato medico e «… clinico eminente, continuatore di quella scuola medica napoletana che ha così insigni tradizioni».

Quale cattedratico è stato «… primo assistente presso l’Istituto di Patologia generale diretto dal prof. Galeotti» e, poi, a seguito di concorso, assistente ordinario e, infine, aiuto.

Nell’esercizio della professione ha scritto molte opere di interesse medico. Un suo lavoro dal titolo Monografia di guerra vissuta da un medico, è stato premiato dal Ministero della guerra.

Ha preso parte alla Grande Guerra con il grado di capitano medico. È tornato dal fronte «… con una medaglia al valore e i postumi di un’asfissia da gas» nervino.

Ancora in giovane età, il medico e cattedratico Giacomo Cautiero muore a Portici, il 12 ottobre 1946.

Altri profili di porticesi famosi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *