Quest’anno non sparare, scegli tu come giocare!

SAN GIORGIO A CREMANO (NA) – 5 ‘a mano, 18 ‘o sanghe, 90 ‘a paura: la campagna antibotti dell’Amministrazione quest’anno parla napulitano attraverso la Smorfia e la Tombola, i giochi della tradizione partenopea conosciuti il tutto il mondo.

Quest’anno non sparare, scegli tu come giocare è lo slogan che compare sui manifesti affissi in città e diffusi sui social che accompagnano l’ordinanza firmata dal sindaco Giorgio Zinno finalizzata al divieto di sparate botti pericolosi sul territorio comunale. Come ogni anno il divieto vale fino al 6 gennaio 2019 e riguarda l’esplosione di ogni articolo pirotecnico considerato pericoloso e che rappresentano un rischio anche solamente potenziale.

La campagna di sensibilizzazione invece propone un cestino della tombola da cui escono i tre numeri che identificano nella smorfia napoletana il numero 5, la mano, il numero 18, il sangue, il numero 90, la paura, tre parole legate ai pericoli che l’esplosione incontrollata di botti può causare a persone e cose, ma soprattutto agli animali.

Ha spiegato il sindaco Giorgio Zinno: «Abbiamo scelto di rivolgerci a tutti e non solo a quelli che di solito acquistano o raccolgono botti illegali e quest’anno abbiamo pensato di evitare immagini truci o forti e di puntare piuttosto sulla simbologia della Smorfia, che è ormai un linguaggio universale. Ora tocca a tutti noi trasmettere a chi ci è vicino il pericolo legato all’esplosione incontrollata di botti illegali, magari anche condividendo sui social le immagini ed il pensiero contenuto nel manifesto».

La Polizia Municipale vigilerà in particolare durante i giorni previsti, affinché vengano rispettate le disposizioni. Le sanzioni previste per chi non rispetta l’ordinanza sindacale vanno da 25 a 500 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *