Il Racconto, Per tutta la vita…o quasi!

di Giovanni Renella

Sapeva che quel legame avrebbe condizionato buona parte della sua vita e che nessuno lo costringeva ad accettarlo; però, giunto a quel punto, non poteva più farne a meno.

Prima di capitolare si era dato un gran da fare; aveva provato vari approcci con partner diversi, ma nessuno sembrava avere i requisiti che cercava e la scelta non era semplice.

Temeva un peggioramento della qualità della sua vita e il solo pensiero non gli faceva dormire sonni tranquilli.

Si era consultato con gli amici più fidati, che prima di lui si erano già imbarcati in esperienze simili; ma nessuno dei consigli ricevuti, alla prova dei fatti, lo aveva convinto.

Motivo per cui continuava ad aggirarsi in quei meandri oscuri e a lui sconosciuti, che gli apparivano sempre più colmi d’insidie nascoste, pronte a saltar fuori all’improvviso.

Tutto era cominciato quando aveva deciso di andare a vivere con la sua compagna.

Non voleva rivelarle, però, il suo struggimento per una scelta ormai ineluttabile: di quel terzo incomodo avrebbe fatto volentieri a meno, ma non sapeva come poter fare senza!

Per coronare il suo sogno d’amore avrebbe dovuto legarsi anche all’altro, in un vero e proprio “ménage à trois”, che avrebbe pagato a caro prezzo, specie in termini di rinunce.

Niente più viaggi, che tanto amava, perché l’avidità di quell’ingombrante “compagno di strada” non gli avrebbe concesso i soldi necessari; le cene al ristorante non sarebbero state più una piacevole abitudine, ma un’occasione eccezionale, poiché il pensiero degli impegni sottoscritti, il più delle volte, avrebbe funzionato da deterrente, facendolo desistere dal proposito.

Niente più abbonamenti al teatro o auto nuova per chissà quanto tempo: le esigenze di chi si era insinuato nella sua vita non lo permettevano.

E la sola idea di cedere a quelle condizioni, per di più volontariamente, gli faceva mancare l’aria.

Non riusciva a decidersi, in quanto tutta la situazione, alla lunga, gli appariva insostenibile.

Per vivere con la donna che amava doveva accettare anche quel legame, esoso ed inderogabile, che lo avrebbe accompagnato per un lungo periodo della sua vita!

Nel rapporto con l’altro avrebbe dovuto restituire, in termini di danari, molto più di ciò che gli era stato dato.

Fu solo per amore che, alla fine, decise di sottoscrivere quel mutuo trentennale, per l’acquisto della casa: una scelta che avrebbe condizionato, quasi per sempre, la sua vita.

(Foto di copertina: In attesa del nuovo giorno, by Francesco Grillo)

Altri racconti di Giovanni Renella:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *