Rimpasto di Giunta: al rush finale le opere pubbliche

 

PORTICI (NAPOLI) – L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Marrone consolida l’azione di rilancio dell’Amministrazione nominando Mario Zampino assessore ai Lavori Pubblici a poche ore dell’insediamento dell’assessore alle Attività Produttive Mariano De Furio.

Zampino, 44 anni, architetto napoletano  con una lunga esperienza  professionale, un dottorato di ricerca in Progettazione architettonica e tecnologie innovative per la sostenibilità ambientale e un Master di II livello in progettazione e recupero architettonico, urbano e ambientale è dunque il nuovo assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica.

In poco meno di ventiquattr’ore dalla nomina di Mariano De Furio (SEL) alle Attività Produttive il sindaco ha aggiunto un altro pezzo importante alla squadra di governo cittadino in una fase di pieno rilancio dell’azione amministrativa.

De Furio, medico dipendente del Servizio sanitario nazionale,   è una persona di provata esperienza professionale e curerà il rapporto tra Ente e associazioni del comparto commercio nonché il settore di Turismo e Beni Culturali.

I neoassessori si sono subito tuffati nel loro ruolo intrattenendosi a lungo col sindaco Marrone per discutere di programmazione e delle priorità da affrontare.

La nomina dell’assessore ai LL.PP. Zampino, espressione del movimento civico guidato dal capogruppo in Consiglio comunale  Michelangelo Gherardelli, giunge in un momento strategico del percorso politico-amministrativo della giunta Marrone.

Proprio in queste ore, infatti, il sindaco ha firmato con l’assessore regionale all’Urbanistica Ermanno Russo la rimodulazione del programma PIU Europa della città di Portici.

Via libera, dunque,  dalla Regione Campania all’atto amministrativo che rimodula e rilancia al tempo stesso la programmazione in atto realizzata con fondi europei e che porterà in poco tempo alla riqualificazione del waterfront  e darà il via anche ai lavori di rifacimento di Piazza San Ciro, escludendo definitivamente il tunnel inizialmente previsto nel progetto approvato dalla precedente Amministrazione.

Il documento appena siglato prevede anche la realizzazione di un parcheggio interrato con superficie a verde  di fronte all’ex Tribunale, che doterà l’area di circa sessanta posti auto più venti per i motocicli.

Al rush finale anche il completamento per i tracciati viari di corso Garibaldi e via Università e i lavori di restauro del Maneggio Borbonico.

Tra le opere  in corso c’è la riqualificazione dell’antico convento di Vico Ritiro dove sorgerà un ostello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *