Riorganizzazione e riallocazione dei servizi Asl

PORTICI (NAPOLI) – Nella casa comunale in via Campitelli martedì 2 febbraio i sindaci di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, e di Portici, Nicola Marrone, hanno incontrato il Commissario Straordinario della Asl Na 3 Antonietta Costantini per discutere sulla riorganizzazione e riallocazione dei servizi Asl sui due territori limitrofi.

Una sinergia che Zinno e Marrone hanno messo in campo insieme al rappresentante dell’Azienda Sanitaria Locale al fine di migliorare i servizi sanitari ai cittadini e valorizzare aree urbane periferiche. La rimodulazione dei servizi sanitari necessita infatti del contributo dei sindaci come massima autorità sanitaria sul territorio che amministrano e quella di oggi è stata un’ occasione di discussione ma anche di una prima, concreta formulazione di proposte.

L’incontro è poi proseguito nelle aree urbane prese in esame per eventuali presidi e servizi sanitari da inserire in un possibile  piano operativo di riordino che  si rende necessario anche a seguito delle manovre di contenimento della spesa varate dal Governo e delle politica di riordino elaborata dalla Regione Campania.

«Il potenziamento dell’assistenza  sanitaria ai cittadini e la riorganizzazione della rete territoriale dei servizi ha affermato il sindaco di Portici Nicola Marrone non può prescindere dalla valorizzazione del patrimonio per avere strutture in grado di garantire maggiore qualità nelle prestazioni. La razionalizzazione dei servizi sanitari passa necessariamente attraverso la sinergia tra comuni e lo spirito costruttivo trovato con il Commissario Costantini ci consente di andare avanti nell’ottica della massima collaborazione tra le nostre istituzioni».

«Non abbiamo in programma alcun taglio di servizi e strutture – ha chiarito il sindaco di San Giorgio a Cremano Giorgio Zinno – la nostra proposta poggia al contrario, su azioni che potenzieranno  i livelli di assistenza ai cittadini e valorizzeranno zone periferiche attualmente poco servite. La salute si cura prima di tutto nel territorio in cui si risiede e la sinergia tra comuni limitrofi rappresenta il valore aggiunto per il miglioramento della assistenza sanitaria».

Sul tavolo quindi è stato posto il rafforzamento dei servizi distrettuali e il ruolo delle periferie.

«La sanità d’iniziativa – ha affermato ancora il Primo Cittadino sangiorgese  è quella che mette al centro il cittadino ma anche il territorio. Infatti, anche secondo quanto indicato dalla Asl, di pari passo con il potenziamento dei servizi sanitari, si dovrà procedere ad una riorganizzazione dell’intera rete territoriale ispirata ad una maggiore qualità ed appropriatezza delle cure».

A conclusione dell’incontro, il Commissario Costantini ha espresso la propria soddisfazione per le proposte e le priorità evidenziate dai sindaci dei due comuni.  Soddisfazione soprattutto per gli impegni sul potenziamento dei servizi territoriali, sul coinvolgimento delle competenze presenti nei presidi sanitari e per la sinergia tra i due comuni nelle politiche socio-sanitarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *