Riot, il laundry bar artistico

di Renato Aiello

NAPOLI – Negli spazi che per tanti anni hanno ospitato la storica libreria Loffredo al Vomero, lunedì 19 dicembre prenderà il via un nuovo esperimento di concept-bar in città.

riot-il-laundry-bar-artistico

Già il titolo promette carica ed energia, Riot, che in inglese significa appunto sommossa, tumulto. Così si chiama infatti il nuovo locale che sarà un laundry bar and clothes a via Kerbaker n°19, un concept-store dalla struttura architettonica e dal design d’avanguardia pensato e condotto da tre soci trentenni, Stefano Grasso, Gianpiero Iodice e Luigi Stallone.

All’interno dei tre piani di questo negozio innovativo si potranno acquistare capi d’abbigliamento, si potrà personalizzare il proprio jeans, acquistare dischi in vinile, scegliere le propria fragranza preferita, acquistare quadri e ovviamente bere un buon drink.

L’obiettivo è quello di dare al cliente «… una pluralità di suggestioni che possano scaturire dalla galleria d’arte presente all’interno dove potranno esporre artisti, pittori, scultori e fotografi, dalla personalizzazione dei profumi e del denim, dall’accurata scelta dell’outfit», spiegano i fondatori. Arte, musica e moda si combinano così con salutismo e benessere in un bar dove sarà possibile gustare centrifughe, frullati, tisane e tè.

Lunedì 19 dicembre però saranno cocktail, long drink, selezioni di birre e vini campani a comporre il menù della serata di inaugurazione alle 19.30. Tutti i prodotti verranno selezionati per la stagionalità e per la denominazione di origine controllata.

«Avevo un’idea. Volevo far conoscere l’arte – perché in fondo di arte si tratta – del trattamento e lavaggio del jeans su larga scala per tutti, dando la possibilità ad ognuno di creare il proprio capo, ed inserire tutto ciò o in uno Shop polifunzionale, un punto di ritrovo – racconta il giovane amministratore Stefano Grasso – Ci credevo con tutto me stesso, e quando ho avuto la possibilità di rilevare uno spazio storico del Vomero, la ex libreria Loffredo in via Kerbaker, mi son detto : ok, è giunto il momento»”.

“Abbiamo deciso – chiosa Grasso – di investire in questa città perché crediamo che Napoli sia la Berlino d’Italia, culla di idee e giovani talentuosi, con un pubblico curioso e aperto. Ci auguriamo che Riot inizi qui un cammino che lo possa portare poi in giro per il mondo, con l’apertura di tanti nuovi concept-shop. Credere nei sogni aiuta a vivere meglio» .

Per maggiori informazioni: RIOT19 S.R.L. – via Kerbaker 19, 80129, Napoli
riot19srl@gmail.com – www.riotlaundrybar.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: