San Pio benedice Portici

di Stanislao Scognamiglio

 

PORTICI (NAPOLI) – Ancora non si è spento l’eco della meditazione sul mistero del Santo Natale proposta dalla comunità dei Frati Minori Conventuali quand’ecco che – nell’ambito delle celebrazioni dell’anno giubilare dedicato alla Misericordia –  propongono alla comunità cristiana una nuova sorprendente iniziativa pastorale.

A far data dal 14 gennaio per tre giorni nella chiesa parrocchiale annessa all’omonimo convento dedicato a Sant’Antonio di Padova, saranno poste alla venerazione dei fedeli tre reliquie di san Pio da Pietrelcina.

I preziosissimi cimeli, appartenuti al santo frate minore cappuccino, sono giunti a Portici grazie alla eccezionale autorizzazione concessa da Padre Marcello Marciano, guardiano del convento di Padre Pio dei Frati Minori Cappuccini di Pietrelcina.

Nei tre giorni, innanzi a un guanto usato dal Santo per coprire una delle sue stimmate solennemente esposto sull’altare, i fedeli potranno partecipare al seguente programma liturgico:

  • ore 17: incontro di preghiera con Padre Pio;
  • ore 18: Santa Messa.

Al termine della celebrazione eucaristica seguirà la benedizione degli ammalati presenti in chiesa, impartita con la santa reliquia.

Il triduo di preghiera si concluderà alle 18 di sabato 16 gennaio con la solenne celebrazione della Santa Messa.

Presieduto da padre Marcello Marciano, con i Frati Minori Conventuali concelebreranno l’incruento rito i reverendi parroci delle chiese confinanti al convento di Sant’Antonio di Padova: monsignor Raffaele Galdiero, parroco di Santa Maria della Natività e San Ciro; padre Giuseppe Sorrentino, frate minore, parroco di San Pasquale Baylon, in Portici; padre Marco Ricci, parroco di Santa Maria della Consolazione – SantAgostino in Ercolano.

A conclusione della Santa Messa, padre Marcello Marciano donerà alla chiesa di Sant’Antonio di Padova una delle tre sante reliquie di San Pio.

Quale atto di solidarietà verso gli ammalati della parrocchia impossibilitati a recarsi in chiesa, padre Tommaso Barrasso, parroco di Sant’Antonio di Padova, porterà presso le loro case la reliquia: un frammento di una benda utilizzata dal santo frate per coprire le sue ferite.

La visita del parroco agli ammalati presso i loro domicili avranno luogo nei giorni 15 e 16 gennaio. Gli interessati potranno prenotarla rivolgendosi o direttamente al parroco (tel. 0817755113) o alla segreteria dell’associazione La Cetra Angelica Onlus, (tel. 3932121045 – 0810663013)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *