Sanità, chiusura forzata dei laboratori di analisi

L’appello dei 1.200 lavoratori dei laboratori di analisi accreditati che rischiano la chiusura forzata che crea disoccupazione di Stato

TORRE DEL GRECO | CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI – La Campania subisce una taglio ogni anno di 220 milioni di euro nella ripartizione del fondo sanitario nazionale. A questo proposito il Governatore Vincenzo De Luca è  ricorso al TAR contro i Ministeri Salute ed Economia chiamando in causa anche la Corte Costituzionale e la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea.

Se ne discuterà il prossimo mercoledì 22 Giugno alle ore 17.30 nella Sala Leonardo Da Vinci dell’Hotel Sakura, nell’ambito dell’Assemblea Generale dei Laboratori Liberi Campani, Aziende fornitrici ed i loro dipendenti. Un gruppo formatosi spontaneamente per evitare che in un sol colpo il 30 luglio prossimo vengano cancellati altri 191 laboratori di analisi e con essi 1.200 posti di lavoro.

Proprio a De Luca si appellano i 1.200 lavoratori dei laboratori di analisi accreditati che vedono sempre di più avvicinarsi la data fatidica in cui perderanno il posto di lavoro. Difatti, il cronoprogramma regionale prevede entro il 30 luglio prossimo la chiusura di fatto dei laboratori di analisi che non raggiungono le 200.000 prestazioni annue.

Chiusura che si può evitare – sostengono i lavoratori – con una aggregazione che garantisca la libertà organizzativa e l’autonomia giuridica e tecnico-amministrativa dei laboratori che fanno rete che determini la permanenza di tutte le fasi analitiche proprie dei laboratori. Solo così si potranno mantenere gli attuali livelli occupazionali con l’indotto collegato e, quindi, tutta la filiera economica regionale, salvaguardando la salute dei cittadini che non vedranno i loro prelievi andare in giro pericolosamente da un capo all’altro della regione. Il tutto a costo zero per il Servizio Regionale Sanitario.

Già Il Presidente De Luca ha appoggiato  una proposta che prevede una forma di aggregazione libera che non faccia perdere i posti di lavoro. I lavoratori, pertanto, si appellano alla sua lungimiranza e sensibilità già molte volte dimostrata di fronte a temi così sensibili quali le politiche per il lavoro.

Due battaglie, quindi, sacrosante con un intento unico. Migliorare la Sanità per i cittadini della Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: