Sci, IX Trofeo Italo Kühne

Nelle finali del Circuito Mastermind, lo sci club romano Czero6 vince il challenge perpetuo intitolato al giornalista sportivo Italo Kühne 

ROCCARASO (AQ) – Si sono svolte venerdì 11 marzo le ultime due gare di Gigante del Circuito Mastermind che hanno assegnato alla migliore squadra, il IX Trofeo Italo Kühne, l’indimenticabile giornalista sportivo scomparso nel 2001, organizzate dallo sci club 0.40.

Per il secondo anno consecutivo il team romano dello sci club Czero6, ha conquistato il prestigioso challenge perpetuo lasciando al secondo posto il SAI Napoli che per anni ha conservato il Trofeo nella sua bacheca.

Dei due giganti in programma, il primo era anche valido per l’assegnazione dei titoli di Campioni Regionali delle categorie Master.

Nella categoria Femminile la campionessa regionale di gigante per il 2022 è stata Paola Capuano dello sci club Posillipo.

Non poteva deludere Andrea Ballabio del SAI che ha vinto nella categoria Master C ed anche suo nipote Aldo, che corre con i colori dello sci club 0.40 che ha conquistato il titolo regionale nella categoria Master A.

Il primo campano tra i Master C è Riccardo Sanges dello sci club Posillipo che sarà in carica fino al 2023.

Nella categoria femminile che comprendeva anche Giovani e Senior, il miglior tempo assoluto è stato fatto registrare da Sveva Limauro dello sci club Vesuvio, mentre tra i master B il più veloce, tra tutti i concorrenti è stato Matteo Covatta dello sci club Senigallia  del comitato umbro-marchigiano.

Pier Michael Vitto Massei del SAI ha vinto nella categoria giovani Senior

Nel secondo gigante di giornata la classifica è stata praticamente la fotocopia della prima gara   con gli vincitori di categoria, ma con qualche piccola variazione sui podi nelle piazze d’onore.

Nel week end sono in programma altre due gare che mettono in palio due trofei intitolati ad altrettanti indimenticabili protagonisti dello sci napoletano del secolo scorso, Emilio Buccafusca e Egidio Amato. Coetanei di Italo Kühne erano tre  amici nella vita e nello sport  e  come dirigenti e appassionati hanno avuto il merito di costruire le basi in Campania  di sodalizi sportivi che ancora oggi sono una fucina di campioni. Le gare sono organizzate dallo sci club 0.40, presieduto dal figlio di Emilio, Stefano Buccafusca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: