Spazio Vita, il Master Show

VICO EQUENSE (NA) – Allo Spazio Vita di Gennaro Fraddanno in via Nicotera c’è l’appuntamento mensile con Master Show, una serata di intrattenimento in un luogo magico a metà tra cafè chantant e palcoscenico, dove si possono gustare prelibatezze seduti a tavolino con amici mentre si assiste ad uno spettacolo di arti varie.

Qui si tiene un simpatico contest come quelli televisivi in cui gli artisti rimettono le proprie perfomance al giudizio sovrano del voto del pubblico. Ma qualunque cosa sia, lo show, condotto con tanta passione ed impegno dalla scrittrice Ornella Ostieri e il medico e operatore culturale Carlo Alfaro, ha successo e piace.

Tutti hanno una parte attiva nella serata: gli artisti di qualsiasi disciplina, cui è data piena libertà di espressione, il pubblico, che vota alla fine l’esibizione migliore, e la trovata più originale, i giudici scelti tra gli spettatori chiamati ad esprimere un giudizio sui performer con critiche, consigli, incoraggiamenti, spunti.

Ad esprimere un giudizio critico sulle esibizioni sono intervenuti Elena Cilento e i suoi gemelli Antonio e Carlo Federico, le ètoiles Carla Coppola e Floriana Cafiero, la rotaryana Giulia Di Lorenzo, l’attrice Teresa Corcione, il giovane Tonino Ruggiero e altri ospiti.

Guest star della serata l’attore, regista e musicista napoletano Marcello Cozzolino, che ha donato al pubblico una carrellata, chitarra e voce, di hit musicali, molte dell’indimenticabile Pino Daniele.

Nella serata dell’1 aprile, la perfomance che ha ricevuto il maggior numero di preferenze, ritenuta “migliore”, è stata quella della giovanissima e frizzante cantante Eliana Addams, affermata cantante di pianobar, sia come solista che con chitarrista/band. Il cognome d’arte è ispirato alla celeberrima famiglia “dark”, in contrasto con la sua immagine di solare freschezza, che ha conquistato tutti con la sua versione briosa ed energica di un capolavoro della musica rock, Because the Night, la canzone scritta da Bruce Springsteen e Patti Smith, e pubblicata dalla Smith nel 1978.

La preferenza per la perfomance più originale è invece andata ai ragazzi dell’Associazione Taekwondo Vico, gli atleti Andrea Cuomo, Pasquale Savarese e Vincenzo Cinque. Sport nazionale in Corea del Sud, nonostante il nome che può essere grossolanamente tradotto con “l’arte dei calci e dei pugni”, il Taekwondo non è uno sport violento, anzi, insegna il rispetto e la disciplina. A dimostrazione di ciò, il piccolo Paolo, 6 anni, figlio della Ostieri, è salito sul palco, dando prova di ciò che ha imparato praticando due anni di questa arte orientale. Gli atleti hanno preso parte agli Open internazionali di taekwondo di Berlino, Sofia, Barcellona e conseguito il secondo gradino del podio a Bruxelles.

Grandissimi consensi anche per gli altri concorrenti, che hanno fatto incetta di voti e applausi: la potente voce di Anna D’Aniello, appena diciassettenne, che ha emozionato con le sue interpretazioni di due brani di Celine Dion, My heart will go on e Ave Maria, amorevolmente coccolata dai genitori in sala.

Anche il monologo sulla filologia napoletana di Eugenio “Gegè” Lorenzano, condito di profonda cultura e fine umorismo, e scaturito dai suoi approfonditi studi di storico e filologo e dalla sua capacità unica di osservazione delle molteplici tipologie umane che incontra giornalmente col suo lavoro di guida turistica.

Ancora, le intense liriche Le due lune, ‘O scudetto e Caro amico …poeta, dedicata a Dalla, del poeta sorrentino Luigi Leone, famoso anche per i suoi versi haiku. Leone ogni anno c organizza on la sua associazione Ars scrivendi il prestigioso premio Surrentum, giunto alla 14esima edizione.

Poi le sorelle pittrici santanellesi Maria Rosella e Paola Cetani, che per la prima volta assoluta hanno firmato un dipinto insieme – lasciato poi in dono a Spazio Vita – un acquerello che hanno completato in diretta, ispirato al tema marino della serata, il pesce d’aprile.

Infine gli artisti del gruppo AAA, Arte, Artigianato Ambiente, Toni Wolfe, Elisabetta Surico, Eugenia Di Leva e Lisa Foglia (più Nino Aversa impossibilitato a presenziare alla serata), artefici di progetti tesi a valorizzare, proteggere e rilanciare l’arte, l’artigianato e il rispetto dell’ambiente, perle del nostro territorio, attraverso laboratori ed eventi: per il Master Show Lisa Foglia, insegnante yoga e conduttrice di laboratori educativo-emozionali, ha proposto un quadro di rara suggestione creato dai bambini con sale colorato ed elementi della natura del territorio, mentre l’artista di fama internazionale Elisabetta Surico, scultrice, insegnante di yoga e ricercatrice spirituale, dedita al recupero delle tecniche espressive della tradizione, ha creato dal vivo uno strepitoso pesce dell’argilla della sua via Artemano.

La serata è stata allietata dalle specialità culinarie di Spazio Vita, una sede di grande spicco culturale, ricavata in un sito archeologico con duemila anni di storia in mostra tra scavi e reperti, ed immortalata dai flash dei fotografi d’arte Lina e Michele De Angelis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: