Sport, dare il meglio di sé

«Lo sforzo di superarsi in una disciplina atletica serva anche da stimolo per migliorare sempre come persona in tutti gli aspetti della vita.» (Papa Francesco sullo Sport)

di Tonia Ferraro

PORTICI (NA) – In occasione dei solenni festeggiamenti in onore del Patrono della cittadina vesuviana e della Giornata Nazionale per la Vita, il parroco monsignor Raffaele Galdiero del Santuario di Santa Maria della Natività e San Ciro, unitamente al parroco don Ciro Sica, hanno voluto celebrare la Santa Messa delle 18.30 insieme a tutti gli sportivi porticesi.

Alla cerimonia, officiata da don Ciro Sica insieme con numerosi sacerdoti del XII Decanato, erano presenti il sindaco Vincenzo Cuomo, grande sportivo e sempre in prima linea nel celebrarlo, l’assessore alle Politiche Giovanili Grazia Buccelli e altri esponenti dell’Amministrazione comunale. Tra le associazioni sportive del territorio erano presenti Centro Sportivo Portici TMA | Terapia Multisistemica in Acqua, Portici1906, Atletico Portici, Sporting Portici, Budokan Portici, Roller Portici, Tennis Club Velotti, Fudokai, Guerrieri di Luce,Blue Jays Basketball.

I giovani atleti delle associazioni sono intervenuti in divisa sociale. Ogni squadra ha posizionato sull’Altare maggiore un attrezzo simbolo della propria disciplina.

Don Ciro nel corso dell’Omelia ha condiviso il pensiero di Papa Francesco, espresso nel documento Dare il meglio di sé, una riflessione sul rapporto tra Chiesa e Sport. L’attività sportiva favorisce i momenti di incontro, rivelandosi un percorso che porta alla santificazione, «… senza distinzioni di razza, sesso, religione o ideologia… Un catalizzatore di esperienze di comunità, di famiglia umanaaffinché lo sforzo di superarsi in una disciplina atletica serva anche da stimolo per migliorare sempre come persona in tutti gli aspetti della vita.»

Concetti fortemente ribaditi da don Ciro, che ha portato i saluti di monsignor Raffaele Galdiero, assente per motivi di salute: ha definito lo Sport «… una fiamma che accende i cuori.». Ovunque sia il luogo in cui si pratica, la vera vittoria è viverlo soprattutto secondo le regole di alto valore comuni a tutte le discipline: lealtà e impegno, momento di incontro e non di scontro.

Ha concluso rivolgendosi ai giovani atleti: «Auguri, testimoniate questi valori, stupite il mondo e conquistatelo con la fiamma che avete dentro di voi.»

Al termine della cerimonia, l’assessore alle Politiche Giovanili e Pari Opportunità Grazia Buccelli ha sottolineato: «È il secondo anno che il Santuario di San Ciro, in occasione dei festeggiamenti del nostro Santo Patrono, organizza una Messa dedicata al mondo dello Sport. Lo sport è un momento di aggregazione, viviamo purtroppo ancora in un’epoca dove l’egoismo predomina ed i giovani vengono messi da parte. Lo sport invece ci insegna a fare squadra, a condividere e ci fa capire l’importanza di raggiungere un risultato comune.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: