Tra il dire e il fare non sempre c’è di mezzo il mare

In questi momenti tragici si succedono lodevoli e concrete iniziative di supporto alla cittadinanza, come quelle dei consiglieri comunali Caramiello e Avolio

In questo periodo difficile, stiamo tutti insieme combattendo una guerra contro un nemico subdolo e silenzioso. In questo clima surreale, c’è però chi dà vita a meritevoli iniziative per rendere meno pesanti le giornate di  permanenza forzata in casa.

Qualche settimana fa i consiglieri comunali Alessandro Caramiello e Domenico Avolio hanno lanciato l’iniziativa Libri Gratis per tutti. Resta a casa, ti regaliamo un libro. 

E sono stati consegnati libri a circa 100 nuclei familiari che ne hanno fatto richiesta.

Subito dopo, è partita l’iniziativa Mascherine gratuite per tutti.

E sono già state consegnate oltre 200 mascherine.

Caramiello e Avolio hanno dichiarato: «Un doveroso ringraziamento alle librerie Libreria Vocali editrice e a Libridine per averci donato dei volumi che abbiamo regalato alle tante famiglie.

Contestualmente, abbiamo lanciato l’iniziativa mascherine gratuite per tutti. Ad oggi abbiamo consegnato più di 200 mascherine e abbiamo ricevuto tantissime richieste tramite i canali social e all’indirizzo info@portici5stelle.it

Ne dobbiamo consegnare ad oggi altre 400.

Come ben sapete, le mascherine sono introvabili o vendute a prezzi maggiorati.

Solo grazie al gran cuore di un imprenditore porticese che lavora in ambito tessile e a delle sarte porticesi (Portici ha una tradizione sartoriale storica, chi non ricorda le scuole di taglio porticesi?) stiamo riuscendo con non poche difficoltà a consegnarle.

Stingiamo i denti e restiamo a casa se non ci sono comprovati motivi.

Le attività proseguiranno fino quando non terminerà l’emergenza che ad oggi secondo l’ultimo DPCM è il 13 Aprile.

Siamo porticesi e vinceremo anche questa battaglia.»

Naturalmente, come sempre ci sarà qualcuno che etichetterà come populismo le iniziative del Movimento 5 Stelle.

Senza fare considerazioni politiche, se per populismo si intende stare accanto alla gente, fare qualcosa per andare incontro alle sue necessità, per aiutare che non riesce più  fare la spesa, ben venga.

È doveroso per tutti, in questo momento, impegnarci a dimostrare che tra il dire e il fare non sempre c’è di mezzo il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: