Un albero di Natale sensoriale

NAPOLI – L’arte contemporanea, “parte” dai consueti circuiti espositivi, e “atterra” all’Aaeroporto di Capodichino, nell’Area Tradizione Italiana Cocktail Bar, l’1 dicembre e aspetta tutti dalle 17 alle 21 con la site-specific videoinstallazione di Carla Viparelli Se lo conosci lo lieviti.

L’opera dell’artista è stata voluta dall’Azienda Cupiello, marchio commerciale della Fresystem SpA, leader produttivo sul panorama internazionale della colazione italiana e consorziato di Tradizione Italiana.

Arte e gastronomia si incontreranno dunque per l’occasione, in un pot-pourri di emozioni, sensazioni e gusto. Grazie all’artista napoletana, pittrice e disegnatrice, che vive e lavora tra Napoli e Maratea, nota per le sue numerose esposizioni in Italia e all’estero, nonché come sperimentatrice di tecniche digitali e multimediali, l’aeroporto è  chiamato a stupire con la sua ultima opera.

La videoinstallazione  Se lo conosci lo lieviti è accompagnata e rafforzata dal titolo che forma una sorta di calembour verbale, oltre alla miscellanea di media espressivi, spesso sorprendenti, che invitano a fermarsi e guardarsi intorno. Come i cicli di opere Le Madonne, Le Scale, I Monti, questa volta Carla Viparelli indaga il lievito madre, una sorta di “primo motore immobile” al centro di un universo strutturato in cerchi progressivi di cornetti, cui dà vita. L’installazione infatti consiste in un grande albero di Natale multisensoriale in cui si entra e all’interno ci si trova immersi in una video animazione proiettata a pavimento, con addosso gli elementi in movimento della proiezione.

bozzetto-se-lo-conosci-lo-lieviti

L’animazione Se lo conosci lo lieviti utilizza due elementi fondamentali della produzione Cupiello: il lievito madre e i cornetti. Il lievito madre che come sottolinea l’artista «… ha una pregnanza filosofica, è un materiale vivo, che attraverso una sua piccolissima parte dà vita e crescita ad un numero illimitato di elementi che recano tutti in sé l’ologramma della pasta madre originaria. Un universo olografico che si riproduce all’infinito».

L’arte per la Viparelli è soprattutto un gioco, gioia di vivere e condivisione. Arte come riflessione attraverso giochi di parole, associazioni di idee ed immagini. Cornetti, ciambelle, muffin, lievito madre e tanti altri prodotti Cupiello prendono vita per sottolineare la capacità dell’uomo di conservare pur nell’affollarsi dell’immagine tecnologica il contatto con le nostre radici primigenie e la consapevolezza dell’evoluzione della percezione.

Sarà così che i viaggiatori dell’Aeroporto di Napoli saranno accolti ed invitati a visitare l’albero d’artista per tutto il mese di dicembre. L’obiettivo è riuscire a favorire il dialogo tra opere e fruitori in maniera sempre più incisiva e penetrante offrendo la visione dell’arte contemporanea attraverso il gioco di entrare e uscire dall’installazione, per “assaggiare” in questo caso virtualmente i prodotti Cupiello.

La valenza filosofica dell’installazione è riferita anche al Natale, festa della generazione del Creatore, della maternità come fatto sacro. «Entrare nell’albero – ha infatti spiegato Carla Viparelli – significa anche penetrare nel significato profondo della festa, senza fermarsi ai suoi addobbi esteriori, ma stupirsi del continuo miracolo della nascita e dell’incessante rigenerarsi della vita».

Cupiello è un’azienda specializzata nella produzione di prodotti da forno surgelati di elevata qualità. Grazie all’utilizzo esclusivo del Lievito Madre Cupiello, custodito da più di 40 anni e quotidianamente rinfrescato secondo un’antica tradizione in un apposita location produttiva denominata Casa Madre Cupiello, l’azienda offre al mercato un vasto assortimento dolce e salato, in continua evoluzione, in grado di coprire le occasioni di consumo lungo l’arco delle 24 ore, dalla colazione alla pausa pranzo, dal dessert all’aperitivo. Il tutto in uno stabilimento all’avanguardia dotato delle migliori certificazioni internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *