Una Capsula del tempo a Edenlandia

La capsula napoletana viaggerà nel tempo fino al 2065: persone di tutte le età potranno inserirvi testimonianze, ricordi e messaggi

CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI -Valorizzare il tempo nella sua interezza: passato, presente e futuro: fino al 30 novembre sarà possibile consegnare i propri ricordi o pensieri per La Capsula del tempo, realizzata da Mauro Rea e Michele Lubrano. Si tratta del primo esemplare in assoluto in Campania ed è tra le pochissime in Italia. La prima capsula del tempo fu allestita ad Atlanta nel 1936 ma pare che già in epoca vittoriana fu collocato a Londra un antico obelisco egizio, chiamato Ago di Cleopatra, che contiene una capsula, destinata alla posterità, con artefatti della stessa epoca.

La Capsula del Tempo è un contenitore appositamente preparato per conservare oggetti o informazioni destinate ad essere ritrovate in un’epoca futura, un oggetto speciale appositamente ideato per essere inaugurato e poi essere riaperto dopo un certo numero di anni.  Molte capsule del tempo sono preparate da singole persone, altre vengono deposte in cerimonie di inaugurazione di edifici o eventi importanti. Il contenuto di solito comprende oggetti rappresentativi dell’epoca, come giornali, registrazioni, fotografie, monete.

La capsula napoletana sarà, però, ancora diversa, perchè i protagonisti della creazione della capsula del tempo, che viaggerà fino al 2065, saranno le persone che il futuro se lo immaginano senza sforzo: i bambini e i ragazzi.

Saranno raccolti disegni e brevi testi ispirati al futuro, ma anche messaggi per le generazioni future o per persone specifiche (figli, nipoti ecc.). Possono presentare lavori persone di tutte le età, consegnadoli alla sede di Mestieri del Palco sococietà cooperativa di via Alcide De Gasperi n. 45 oppure inviandoli a info.lacapsuladeltempo@gmail.com compilando e firmando il regolamento di partecipazione.

La scadenza per portare i materiali è giovedì 30 novembre e domenica 18 dicembre, alle ore 11, al Parco Storico dell’Edenlandia ci sarà la cerimonia accompagnata dallo spettacolo TraNuvole di La baracca dei Buffoni. Nell’occasione verrà donata al Comune di Napoli la chiave della Capsula del tempo che ne sarà il custode.

In attesa della cerimonia di istallazione della capsula, da settembre scorso e per i prossimi tre mesi all’Edenlandia si svolgeranno spettacoli a ingresso gratuito.

Le iniziative, che si svolgeranno nel Parco Storico dell’Edenlandia, si articolano in proposte artistiche e didattiche multidisciplinari, dal teatro alla danza, dalla musica al circo.

Edenlandia è il più antico parco divertimenti d’Europa: inaugurato nel 1965, è riconosciuto di interesse culturale dal Ministero della Cultura e dalla Regione Campania. Il complesso è l’unica realtà che unisce ben quattro generazioni di napoletani in un solo sorriso, con un ricordo bello e positivo.

Da settembre a dicembre saranni di scena tutte le arti, rappresentate nell’ambito del progetto culturale Affabulazione.

https://www.youtube.com/watch?v=E-Dimg7wnC4

L’ingresso all’Edenlandia e agli appuntamenti di La Capsula del tempo è gratuito.

La Capsula del tempo rientra negli appuntamenti realizzati dal Comune di Napoli con il contributo del Fondo Unico per lo Spettacolo della Direzione Generale Spettacolo del Ministero della Cultura.

La Capsula del tempo è un progetto ideato e realizzato da Mestieri del Palco, in partenariato con Baracca dei Buffoni e ArtGarage in collaborazione con Edenlandia, CRASC, EMMEPI Srl., finanziato dal Comune di Napoli e dal Ministero della Cultura. La direzione artistica e organizzativa è a cura di Beatrice Baino, con la segreteria organizzativa Diana Di Paolo e Giulia Menna.

Per maggiori informazioni: lacapsuladeltempo@gmail.com – FB e IG @mestieridelpalco

#affabulazione #lacapsuladeltempo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: