Una joint venture per valorizzare la città

NAPOLI – All’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti giovedì 2 febbraio alle 10 sarà presentato l’accordo sancito dall’Assessorato alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità, con delega al Decoro Urbano del Comune di Napoli e l’Accademia di Belle Arti per la realizzazione delle campagne di marketing sociale, comunicazione visiva e promozione delle attività dell’Amministrazione comunale, e dello studio di sistemazione di aree cittadine ed elaborazione di progetti di elementi di arredo urbano.

Alla conferenza interverranno l’assessora Daniela Villani, il direttore dell’Accademia di Belle Arti Giuseppe Gaeta, i docenti Marcello Pisani, Enrica Daguanno, Massimo Colombo.

Attraverso l’approvazione di due differenti delibere di Giunta Comunale, n. 239 del 08/04/2016 proposta dall’Assessore pro tempore al Decoro Urbano, Ciro Borriello, e  n. 601 del 13/10/2016 proposta dall’Assessorato alla Qualità della Vita, con cui  l’assessora Daniela Villani fa seguito alla precedente delibera, istituendo una collaborazione con gli studenti del corso di Design e Graphic Design dell’Accademia, tenuti dal professor Marcello Pisani, dalla professoressa Enrica Daguanno e dal professor Massimo Colombo,  finalizzata alla  progettazione ed ideazione di elementi di arredo urbano.

Una panchina, un cestino raccogli rifiuti, una rastrelliera per biciclette e totem informativi, saranno gli elementi di arredo oggetto di progettazione da parte degli allievi dell’Accademia che dovranno confrontarsi e dialogare con tutti in segni della città. La collaborazione con l’Accademia sancisce, da parte dell’Amministrazione comunale, la volontà di sistematizzare le collaborazioni tra istituzioni del territorio al fine di massimizzare e rafforzare l’efficacia degli interventi di riqualificazione urbana, mentre il coinvolgimento degli studenti rappresenta un’opportunità di efficace educazione funzionale e di potenziamento del senso civico.

L’obiettivo è quello di ottimizzare la fruizione dei luoghi della città per i cittadini e i turisti, e viene a porsi, come segnale dell’attenzione che si intende volgere alla estetica attuale e alla funzionalità contemporanea.

(Fonte della foto: Treccani.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: