Una poetessa, la gioventù e i suoi versi

di Stanislao Scognamiglio

Abbiamo dato notizia della presentazione del volume di poesie Negli occhi il principio …, opera di Maria Annunziata Gallo. Ma, si sa, la curiosità ci spinge a sapere qualcosa di più dellautrice di questi versi e cosa finora ha scritto e prodotto.

Maria Annunziata Gallo, nata il 21 luglio 1983, vive ad Acerra, Napoli.

Dopo la licenza liceale, ha conseguito all’Università degli Studi di Napoli Federico II la laurea in Scienze del Servizio Sociale e il titolo di Consulente Tecnico Esperto in Servizio Sociale Forense e Mediazione Familiare.

Spinta dal suo interesse per la psicologia, nel corso del’anno 2010, alla Scuola Europea di Psicoterapia Funzionale di Napoli ha conseguito altresì il titolo di Operatore per lo Sviluppo.

Assistente Sociale. Dal 2010 lavora su diversi progetti di Ambito Territoriale Sociale: Tutoraggio ai minori, Assistenza specialistica agli Alunni Disabili.

Maria Annunziata sin  dai primi anni dell’adolescenza coltiva l’amore per la poesia e la lettura. Guidata dalla bisnonna non vedente, che le insegnava a “vedere” al di là di ciò che gli occhi percepiscono, ha iniziato un «… viaggio attraverso i sensi e la sensibilità, che la spinge prima a scrivere e poi a raccogliere i suoi versi in questo testo».

Nel 1999, all’età di 16 anni, presentò la poesia Il fascino della notte  all’VIII edizione del Concorso Nazionale di Poesia Graffito d’argento. Classificandosi al IV posto, ottiene il suo primo riconoscimento letterario.

Nel 2000, con la poesia Ancora un’onda infranta partecipa alla XXX Edizione del Concorso Nazionale di Poesia Primavera Strianese. Questi suoi versi ricevono una menzione d’onore.

Tra la fine del 2000 e l’inizio del 2001 tre sue poesie vengono pubblicate in tre numeri consecutivi del giornale napoletano Il Brigante.

Nel 2007, la poesia All’arte dell’amore viene selezionata per l’Antologia Dedicato a … poesie per ricordare, pubblicata a Roma dalla Aletti Editore.

Nel 2010, la poesia Le linee del destino viene scelta per l’Antologia di Autori Vari Luoghi di parole, edita da Aletti Editore.

Nel 2013, è lo stesso editore a selezionare la poesia Ai bagliori del mattino” per la raccolta di Autori Vari Parole in fuga.

Nel novembre 2015, pubblica la sua prima raccolta di poesie, dal titolo Occhi chiusi aperti ai sensi. La sua prima raccolta viene presentata nel corso della rubrica televisiva Il libro della settimana, messa in onda dall’emittente regionale Canale 21, e degli incontri letterari che si tengono al Salotto Culturale Rosa Morelli in Capodimonte.

Questa sua opera prima, nel dicembre 2015, ottiene la recensione dei giornali Punto e virgola e Oblò. recensiscono.

Il 10 marzo 2017 presenta la sua seconda raccolta Negli occhi il principio …

Di seguito, proponiamo all’attenzione del lettore un assaggio delle poesie scritte da Maria Annunziata Gallo, estratte dalle due raccolte.

Da  Occhi chiusi aperti ai sensi Da Negli occhi il principio
Ti presento il mondo Sarò la tua bussola
 

Vieni ti presento il mondo!

Il mondo come appare ai miei occhi,

coi suoi colori pastello,

coi suoi toni grigi,

con le sue tinte forti.

Vieni ti presento il mondo!

Il mio mondo,

te lo dico sussurrando,

ora che la tua guancia

è racchiusa nel palmo della mia mano.

Un giorno

anche tu avrai il tuo mondo,

allora ne disegnerai il profilo

e nei tuoi occhi

brilleranno scintille di me.

Ti insegnerò a guardare le stelle,

a bearti della volta celeste,

quand’essa riluce

di un oro che rischiara

e quando sfavilla

di un argento che cattura.

Ti insegnerò a respirare

le sfumature di un tramonto,

a compiacerti della bellezza

in cui siamo immersi

e di cui siam riflesso.

Ti insegnerò a custodire

il valore della donna,

a lodarlo nel silenzio della concretezza;

giacché è nel suo grembo

che palpita il futuro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: