Vesevus de gustibus fa tappa alla città degli scavi

ERCOLANO (NA)Spettacoli di danza, note di musica classica e degustazioni di prodotti vesuviani scandiranno il quinto appuntamento della rassegna Vesevus de gustibus – le arti, i sapori e le tradizioni, iniziativa promossa dalla Città Metropolitana di Napoli in undici comuni del Parco Nazionale del Vesuvio.

L’evento enogastronomico domenica 10 e lunedì 11 giugno farà tappa al MAV (Museo Archeologico Virtuale) e riunirà docenti universitari, alunni degli istituti alberghieri e dei licei musicali, produttori di vini e di cibi tipici dell’area vesuviana.

Si parte domenica 10 giugno alle 19 con uno spettacolo a cura del liceo musicale coreutico Boccioni – Palizzi di Napoli. Seguiranno degustazioni di prodotti del Vesuvio e di vini locali.

Per l’occasione il MAV resterà aperto in via straordinaria dalle 20 alle 22 (ultimo accesso) ad ingresso libero.

E dalle 20 alle 23 (ultimo ingresso 21.50) ci sarà una visita serale al Parco archeologico di Ercolano.

Lunedì 11 giugno alle 18 è in programma il convegno scientifico – culturale Cibi dall’antica Roma ad oggi promosso dal Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli che vedrà intorno al tavolo il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto, il direttore del Parco archeologico di Ercolano Francesco Sirano, il direttore del Mav Ciro Cacciola, la presidente di Federalberghi Costa del Vesuvio Adelaide Palomba, il consigliere delegato della Città Metropolitana Michele Maddaloni, il presidente del Parco Nazionale del Vesuvio Agostino Casillo, il presidente della Commissione Lavoro della Regione Campania Nicola Marrazzo, un componente del Consorzio tutela vini Vesuvio dop, il ricercatore di botanica ambientale e applicata Gaetano Di Pasquale (Archeo-botanica ed alimentazione nella Campania antica: dalla ricerca al marketing) e il docente di scienze e tecnologie alimentari, Raffaele Sacchi (Dal Garum alle alici salate e alla colatura di alici di Cetara e Pisciotta).

Un ricco menu, preparato dagli alunni delle scuole alberghiere,accoglierà ospiti e partecipanti. Ai tavoli vi saranno:

  • insalatina di baccalà e verdurine in agrodolce (Isis De Medici Ottaviano);
  • semifreddo alla ciliegia (Ipseoa e Ugo Tognazzi Pollena Trocchia);
  • panzanella con verdure e pomodorini del piennolo (IisTilgher Ercolano);
  • crostata di albicocche e noci (Ipseoa Striano);
  • pesce azzurro, piselli Centogiorni e il limone fermentato (Iss Pantaleo di Torre del Greco).

Il pubblico sarà allietato dalle note classiche a cura del Liceo Francesco Grandi di Sorrento e della Vesuvius Wind Orchestra.

“Questi eventi rappresentano una straordinaria occasione per la valorizzazione del nostro territorio, della sua cultura e delle sue tradizioni – ha sottolineato il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto – Il connubio tra storia, arte, natura e sapori rappresenta il filo conduttore di una rassegna che unisce le città che sorgono alle pendici del Vesuvio. Il coinvolgimento dei ragazzi dei licei, inoltre, è il modo migliore per avvicinare i più giovani e renderli partecipi del nostro inestimabile patrimonio storico, artistico e naturale”.

Per l’occasione nelle sale del Mav sarà possibile visitare la mostra con gli scatti del fotografo Carlo Falanga che raccontano il Parco Nazionale del Vesuvio attraverso colori, luci e stagioni. Immagini di flora e fauna riprese dall’alba al tramonto e che creano suggestioni insolite del Vulcano più famoso del Mondo.  (ingresso gratuito).

La rassegna Vesevus de gustibus nasce con l’intento di rilanciare il Parco Nazionale del Vesuvio. Organizzatori e  promotori dell’evento sono Città Metropolitana di  Napoli, il Parco Nazionale del Vesuvio, il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, i comuni del Parco Nazionale del Vesuvio, la Fondazione Cives che gestisce il Museo Archeologico Virtuale e gli Istituti alberghieri dell’area vesuviana.

Per la visita serale al Parco archeologico di Ercolano, in programma domenica 10 giugno dalle 20 alle 23, è obbligatoria la prenotazione all’indirizzo: prenotazioni@museomav.it oppure 081-7776843

I partecipanti agli eventi al Mav potrà parcheggiare l’auto nel piazzale della scuola Giulio Rodinò in via IV Novembre secondo i seguenti orari: domenica 10 giugno dalle 18 alle 22.30 e lunedì 11 giugno dalle 18 alle 22.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *