Vita quotidiana di una famiglia pompeiana

di Stanislao Scognamiglio

IDSNNAPOLI – Alla Chiesa Evangelica Luterana in via Carlo Poerio n. 5, mercoledì 22 giugno, alle 19  si terrà la presentazione scenica del volume Caio Giulio Polibio – Storie di un cittadino pompeiano.

Interverranno alla presentazione:

  •  Maria Passari, dirigente della Unità Operativa Dirigenziale Tutela della qualità, tracciabilità dei prodotti agricoli e zootecnici dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania
  • Claudio Rodolfo Salerno, presidente dell’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali.

Il pregevole testo narra la storia di un gruppo di ricercatori, coordinati dalla professoressa Annamaria Ciarallo, che hanno condotto l’indagine sulle ultime ore di vita di un’intera famiglia alloggiata nella domus di Caio Giulio Polibio, al tempo dell’eruzione vesuviana del 79 d. C.

Per quanto non sia stato possibile accertare se le vittime abitassero la casa o avessero in essa cercato solo riparo per scampare all’intensa pioggia di lapilli, l’analisi del DNA ha dimostrato, senz’ombra di dubbio, che si tratta di un’intera famiglia.

La «… particolare descrizione dell’edificio e delle attività domestiche fanno da sfondo ai molteplici e interessanti risultati pervenuti dalle attività di ricerca multidisciplinare che si sono susseguite in anni di lavoro. L’impatto esplosivo dell’eruzione sulla domus, la caratterizzazione del paesaggio, il piccolo giardino, le ricerche sul DNA antico, le pietre colorate, i resti biologici, sono solo alcune delle linee di ricerca che è possibile trovare nel volume», sottolinea Claudio Rodolfo Salerno, presidente dell’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali.

Il testo con aggiornati contributi scientifici interdisciplinari è affiancato da una splendida attuale iconografia, ottenuta con l’ausilio di moderne tecnologie.

L’intero lavoro, dal carattere prettamente divulgativo, negli intenti degli Autori è di renderlo fruibile dal vasto e vario pubblico. Pertanto l’opera, realizzata dall’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali e dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, è resa disponibile, gratuitamente, a tutte le istituzioni scientifiche, pubbliche e private, nazionali ed estere, a professionisti del settore e a studenti che ne faranno richiesta.

L’opera editoriale, curata da Claudio Rodolfo Salerno e da Vincenzina Castiglione Morelli, redattrice per la Rivista Studi Pompeiani, è dedicato alla memoria della professoressa Annamaria Ciarallo.

L’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali, da sempre impegnato nella sperimentazionedi nuovi modelli per l’utilizzo della Cultura Scientifica e dei Beni Culturali, ha colto un’ulteriore testimonianza con le Installazioni sensoriali realizzate nella domus di Caio Giulio Polibio, ubicata nell’area archeologica di Pompei.

Scienza, Arte e Tecnologia, com’era nelle intenzioni progettuali di Claudio Rodolfo Salerno, hanno concorso sinergicamente alla realizzazione di un’unica opera sensoriale.  A questa singolare importante esperienza è dedicata la prima parte del volume. La sensorialità offre l’opportunità per nuove conoscenze e nuovi linguaggi. Per cui «… la narrazione sinestetica è resa fruibile anche in assenza della vista. Non è verbale nè descrittiva, ma poggia su aree sonore, olfattive e tattili. Il lavoro è concepito su “variazioni sensoriali”. Non esclude, ma include. Non crea protesi culturali, ma nuovi modelli espressivi. Non differenzia, ma valorizza le differenze», afferma Claudio Rodolfo Salerno.

Sempre con il contributo dell’Assessorato regionale all’Agricoltura, l’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali ha realizzato:

  • l’evento Cibi dell’Anima: una sera a casa di Giulio Polibio, un viaggio nell’antica Pompei alla scoperta dei sensi, tenuto dal 6 luglio al 31 ottobre 2006 presso Città della Scienza, in Napoli-Bagnoli. Mostra realizzata in collaborazione con il Laboratorio di Ricerche Applicate della Soprintendenza Archeologica di Pompei e dell’Unione Italiana Ciechi di Napoli.
  • Il volume Ager Pompeianus et Ager Stabianus – Diffusione delle Scienze Naturali. Il testo raccoglie e approfondisce le precedenti ricerche dell’Istituto su due ville dell’Ager Pompeianus e Stabianus. Racconta inoltre la ricchezza del territorio e sottolinea quanto questa rappresenti, ancor oggi, un monito per una corretta valutazione dei bisogni odierni e futuri.

2 Responses to Vita quotidiana di una famiglia pompeiana

  1. Roberto ha detto:

    Avrei piacere di ricevere copia del volume sulla casa di Giulio Polibio utile per le mie ricerche vulcanologhe sull’eruzione del 79 dC del Vesuvio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *