Gaslighting, la subdola violenza sulle donne

In occasione della Giornata contro la violenza sulle donne di giovedì 25 novembre, Reggia di Carditello per l’inclusione sociale e focus sul subdolo fenomeno del gaslighting

Un luogo di accoglienza e condivisione per stimolare l’inclusione e favorire il benessere psicofisico dei visitatori, affermando un nuovo modello di fruizione per i beni culturali.

Entra nel vivo il programma sociale promosso dalla Fondazione Real Sito di Carditello, guidata dal presidente Luigi Nicolais, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

A partire da mercoledì 24 fino a domenica 28 novembre, in programma a Carditello numerose iniziative gratuite per approfondire e contrastare alcuni fenomeni che attanagliano la società, in particolare il ciclo sulla violenza nelle relazioni – con i costi sociali e le conseguenze sulla salute delle donne e dei minori – e il confronto sul Gaslighting – ovvero in senso lato la manipolazione psicologica insidiosa –  e il gioco degli inganni, una delle forme più subdole di violenza: la vittima è indotta costantemente a dubitare di se stessa. E non solo.

Prevista nel Real Sito di Carditello la prima nazionale di Io vivo per te, il pluripremiato short film diventato in poche settimane un vero e proprio caso nel panorama del cinema indipendente.

Stiamo sviluppando numerosi progetti per sensibilizzare i più giovani – spiega Roberto Formato, direttore della Fondazione – e coinvolgere le fasce più deboli della società, coniugando cultura e inclusione, e lanciando campagne di solidarietà. Un modello che ci rende particolarmente orgogliosi e intende valorizzare ogni tipo di diversità culturale, intesa come fonte di scambio per la crescita delle nuove generazioni. Le attività sociali continuano a Carditello fino a dicembre con l’insediamento del Parlamentino studentesco, che dal 2019 ha sede proprio nella nostra Reggia, e la partnership con Intercultura, nello spirito della Dichiarazione universale sulla Diversità culturale promossa dall’UNESCO.

Mercoledì 24 novembre alle ore 15,  nell’ambito del percorso di formazione per attiviste nel contrasto della violenza maschile contro le donne,  si terrà il corso La violenza maschile contro le donne: dinamiche ed effetti, realizzato in collaborazione con la Cooperativa E.V.A. di Santa Maria Capua Vetere.

In programma giovedì novembre 25 alle ore 10 l’incontro Ri-generare il maschile,  volto a costruire modelli maschili liberi dagli stereotipi e prevenire la violenza, con le scuole del territorio e la partecipazione in remoto di Valeria Valente, presidente della Commissione di inchiesta del Senato sul Femminicidio e la violenza di genere, e di Gabriella Maria Casella, presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, moderato da Lella Palladino, sociologa femminista e attivista dei centri antiviolenza

Sabato 27 novembre alle ore 18 si presenterà il cortometraggio sul Gaslighting Io vivo per te  di Rita Raucci, scritto con Claudio Lombardi e Paolo Mazzarella, per la regia di Gaetano Ippolito. La proiezione, organizzata a Carditello dalla Cooperativa Paula di Caserta, sarà anticipata dagli interventi di Gennaro Oliviero, presidente del Consiglio Regionale della Campania, di Simona Ricciardelli, presidente della Consulta Regionale per la condizione della Donna, di Carlo Marino, sindaco di Caserta, e delle altre autorità presenti.

A seguire il dibattito, stimolato dalla giornalista Daniela Volpecina, sulla violenza psicologica.

Io vivo per te  ha ricevuto il patrocinio morale della Presidenza del Consiglio regionale della Campania, dell’Osservatorio del fenomeno della violenza sulle donne della Regione Campania, della Consulta per la condizione della donna della Regione Campania, della Commissione per l’uguaglianza dei diritti e le pari opportunità fra uomo e donna della Regione Calabria, della Provincia di Caserta e dei Comuni di Caserta e di Capodrise.

Evento di chiusura di Arts & Horsesdomenica 28 novembre alle ore 10, il progetto dedicato ai bambini con autismi, sostenuto dalla Fondazione Banco di Napoli e realizzato dalla Fondazione Real Sito di Carditello, in collaborazione con la Cooperativa Il Tulipano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: