Vulcanica per la Festa della Musica

Vivere la propria città: dalla musica alla letteratura e alla esplorazione del territorio con le sue risorse e eccellenze enogastronomiche con Vulcanica

PORTICI | CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI – La Musica Ribelle insieme con la Città di Portici torna a celebrare la Festa della Musica!
Questa nuova iniziativa è l’occasione per presentare  Vulcanica | , una manifestazione musicale che coinvolge musicisti, generi e stili differenti, dando spazio alla creatività e alla passione per la musica, che si terrà mercoledì 21 giugno a Villa Fernandes in via Armando Diaz.

 

Vulcanica – Portici Music Fest significa vivere la propria città, respirare tutto ciò che di bello offre.

Direzione artistica della manifestazione è a cura di LaMusicaRibelle.

Il programma ufficiale:

ore 11– 13
Audizioni del Portici Choir – Coro della Città di Portici
Apertura del Villaggio Musicale

Stand presenti

  • Libreria Libridine
  • Libreria Mondadori Point di Portici
  • Ceruti Online Strumenti Musicali
  • Liuteria Sansone
  • Roots and Rights a dub on the tops project.

Ore 12 Presentazione della chitarra classica Sansone mod.Solis, a cura del maestro Claudio Cecere. Il programma:

  • Johann Sebastian Bach Partita BWV 1004 – Ciaccona
  • Niccolò Paganini – Grande sonata in la Maggiore M.S. 3 – Allegro risoluto – Romanza – Andantino variato.

Ore 12.30 Esposizione dell’Opera d’arte in tecnica mista Suono Patafisico del Maestro Edoardo Pisano con scultura sonora del Maestro Paolo Termini.

Sospensione delle attivita dalle ore 13.30 alle 16.45

Si ricomincia, dalle ore 17 alle ore 22.30:

  • Esito delle audizioni mattutine
  • Esibizione dei nuovi cantanti del Portici Choir – Coro della Città di Portici
    diretti dal Maestro Antonio Faenza L’AperiJazz
  • Aniello Palomba guitar midi performance live con loop (Chitarra Sansone mod.EUREKA)
  • Pasquale Benincasa/Gianluca Rovinello drum & harp
  • Oscar Montalbano, Andrea Parente chitarra manouche
  • Jazz Do It Trio dallo Swing al Bebop: Emilio Pietropaolo Drums, Antonio Palumbo Gtr El,
    Lisa Iavarone Vox
  • Leonardo De Lorenzo & Ivan Leva, Duet Experiencedrum, Il Pop&Roll
  • Rasenta Quartet, Giovanni Di Capua Vox, Francesco Di Mauro Gtr El, Simone Battaglia Bs, Domenico Longobardi Drums
  • Portici Choir – Coro della Città di Portici diretti dal Maestro Antonio Faenza, Le Crew trap, El Chapo, Time, O’ Smith, Vero Reggae Vinyl set, Dub on the Tops Project.

Basta poco, in una Città squisitamente culturale come Portici, per passare dalla musica alla letteratura e alla esplorazionedel territorio con le eccellenze enogastronomiche.

 

Infatti,  nel giardino della Libreria Libridine, ospiti di Nadia Labriola e Diego Penna, mercoledì alle ore 18 un nuovo appuntamento con la fotografia dei professionisti di Flegrea Photo.

Ancora tre appuntamenti teorici da noi nel rigoglioso giardino, e un’uscita didattica al porto del Granatello.

Giovedì 23 giugno dalle ore 9 alle 18, invece, l’appuntamento è alla Reggia per un importante evento su territori, rete e risorse, organizzato da Slow Food e dagli Amici della cooperativa sociale Litografi vesuviani Si possono trovare tutte le informazioni sui social della Libreria Libridine.

Venerdì 24 giugno un fine settimana con al centro la letteratura: alle ore 18, sempre in giardino, si terrà la presentazione del libro di Luigi Leone, Angeli in carriera, con le letture affidate a Daria D’Antonio e Peppe Miale.

Poco più tardi, negli spazi della scuola La Chiocciola in via Carlo e Luigi Giordano, la presentazione di del primo romanzo di Luca Manzo Colletti bianchi.

Una storia che si dipana tra fantasia e realtà, che, pur non trattando di vicende vissute personalmente, apre uno squarcio nella società.

In seicento avvincenti pagine, l’avvocato Luca Manzo mette al centro il potere. Pur di arrivare in cima professionisti, politici, operatori economici, manager che siano, sono capaci di sopportare l’odio altrui, disposti a sacrificare gli affetti ma, soprattutto, una parte della loro anima. Fino a che …

Colletti Bianchi è ambientato proprio .. in quella terra dove la camorra spesso detta legge. Le cose non vanno come in tanti altri luoghi. Non si tratta di semplici compromessi, è qualcosa di più, qualcosa che mettea rischio la vita … dove la vita delle persone deve fare i conti ogni giorno con compromessi, paura e situazioni rischiose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: