Giornata Nazionale degli Alberi 2017

di Ciro Santisola

SEDI VARIE – La Festa degli Alberi è stata tenuta per la prima volta in Italia nel 1898 su iniziativa dell’allora ministro alla Pubblica Istruzione Guido Baccelli.

Normata con la legge forestale emanata nel 1923, la Festa è stata celebrata «… ogni anno con lo scopo di infondere nei giovani il rispetto e l’amore per la natura e per la difesa degli alberi».

Nel 1951, il Ministero dell’Agricoltura, ha stabilito che la Festa si dovesse svolgere il 21 novembre di ogni anno.

Dal 2013, in concomitanza di tale tradizionale appuntamento novembrino, nei Comuni di tutt’Italia è stata festeggiata anche la Giornata Nazionale degli Alberi.

La Giornata, riconosciuta ai sensi dell’articolo 1 della Legge n. 10 del 14/01/2013, attraverso la valorizzazione e la tutela dell’ambiente e del patrimonio arboreo e dei boschi, si è sempre posto in precipuo  obiettivo di «promuovere politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione e la tutela dell’ambiente e del patrimonio arboreo e dei boschi, di promuovere politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani».

Pertanto, martedì 21 novembre si terrà:

  • alla Reggia di Caserta, dalle 8.30 alle 13.30, sarà realizzata Gli alberi raccontano il“Bosco vecchio, una speciale passeggiata alla scoperta del meraviglioso e rigoglioso Parco vanvitelliano, stupendo esempio di giardino all’italiana.

La visita rappresenterà l’occasione per conoscere e valorizzare l’ingente patrimonio botanico costituito da specie arboree, autoctone ed esotiche, di grande interesse, per dimensione, forma ed età, come il Leccio (Quercus ilex), il Canforo (Cinnamomum camphora), l’Ippocastano (Aesculus hippocastanum), la Camelia (Camelia japonica), la Magnolia (Magnolia grandiflora), nonché da essenze erbacee e arbustive.

Gli studenti del Liceo Scientifico Armando Diaz, alle ore 10.30 alla Fontana Margherita accoglieranno i visitatori e li guideranno nell’illustrazione delle monumentali specie arboree presenti lungo il percorso, che dal Bosco Vecchio conduce alla Castelluccia,.

Per la straordinaria circostanza, il parco sarà aperto con ingresso esclusivamente da via Giannone al costo di 5 euro.

Nel corso della visita, verrà messo a dimora un giovane Leccio in sostituzione di un secolare  esemplare del bosco caduto lo scorso anno.

  • al Real Bosco di Capodimonte in Napoli alle 10.                               Alla presenza del direttore Sylvain Bellenger e del sindaco Luigi de Magistris saranno presentati gli alberi recentemente piantumati nei pressi del museo e all’interno del Giardino dei Principi – primo nucleo del giardino anglo-cinese che si costituì a Napoli con camelie, eucalipti, canfori, taxodi e grevillee – e quelli secolari bisognosi di urgenti interventi di conservazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: