La bellezza delle donne: i corsi di trucco

di Stefania Cannitiello

Ogni volta che inizio un corso di trucco vivo una forte emozione: spero che si instauri tra me e le allieve un bel rapporto, soprattutto basato sulla fiducia.

Cerco di metterle subito a proprio agio: una volta che riescono a rilassarsi diventa tutto più facile.

I corsi possono essere individuali o collettivi, la prima lezione è composta da teoria e poi le altre si basano sulla pratica.

I corsi che organizzo sono di trucco base e correttivo, fotografico e sposa, storia del trucco anni 20/80 e quindi d’epoca. Di solito si svolgono nell’arco di 4 o 6 giorni, ciascuno di 16 o 20 ore.

Le allieve devono essere accompagnate da persone su cui mettere in pratica ciò che si studia. Bisogna infatti realizzare le correzioni delle varie morfologie del volto e degli occhi. Le persone che si sottopongono alla prova sono a loro volta emozionate e non vedono l’ora di vedersi allo specchio. Molte non si riconoscono, la prima loro reazione quando si guardano allo specchio è di meraviglia, soprattutto per chi non è mai  stata truccata.

A fine corso viene rilasciato un attestato di partecipazione. L’ allieva dopo potrà lavorare in proprio o in centri di bellezza.

Il momento più bello è quando ricevono il diploma e vedere la contentezza sui loro volti è una grande soddisfazione.

Durante il corso mi piace guidare l’allieva nei minimi dettagli, incentivarla e spronarla. Molte ragazze sono insicure e hanno paura di sbagliare, ma hanno solo bisogno di essere rassicurare perché credano in sé stesse. L’importante è motivarle, fare in modo che si mettano in gioco e rafforzino l’autostima.

All’inizio per loro sembra tutto molto difficile: tante nozioni, ma poi man mano diventa tutto più semplice.

Durante il corso si creano anche delle amicizie e il rapporto continua anche dopo. Le allieve spesso mi contattano per chiarire dei dubbi, per farmi vedere i loro lavori.

Nel mio piccolo cerco di essere sempre disponibile e presente. L’ultimo giorno di corso si percepisce molto la gioia ma anche la paura dell’allieva perché poi dovranno camminare da sole.

Mi piace molto insegnare, mi sento portata, anche quando affiancavo il mio maestro nelle scuole, spesso spiegavo agli allievi e li affiancavo durante la pratica. Un’esperienza che davvero arricchisce!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: