Tra musica arte e teatro ecco il Natale d’autore

A Natale la minestra si deve maritare? C’è ancora qualcuno che mette la zucca negli struffoli? Qual è la Natività più bella esposta in città?

Le risposte a queste domande saranno date mercoledì 28 dicembre alle 18.30 allo spazio live del restaQmme in via Lucilio al Borgo Marinaro.

Prendendo spunto dal reportage fotografico di  Massimo Piccolo, realizzato per Vanity Fair, partirà un percorso di assaggi e racconti per scoprire quello che ancora non sappiamo sulla festa più emozionante dell’anno, promosso dalla Sezione Editoria, Cultura e Spettacolo di Unione Industriali Napoli.

E il Natale napoletano sarà raccontato dalle suggestioni di Francesco Pinto, dall’arte nelle mani di Marco Ferrigno, dai misteri di Marco Perillo e Martin Rua ai Vicoli di Sergio Siano e Vittorio Del Tufo, dalla maestosità del Vulcano nelle opere di Gennaro Regina.

E ancora dalla leggerezza comica di Alessandro Bolide, l’Ungheria di Agi Berta e la grande tradizione musicale napoletana con Gino Aveta, fino all racconto di viaggio dei protagonisti del blog esserealtrove, Giovanni Rossi Filangieri e Anna Aliena Ciriello.

A ciascuno il compito di raccontare un pezzo del “suo” Natale. Un incontro per mettere insieme in un’unica serata musica, cucina e narrazione, in un percorso di parole e assaggi gastronomici direttamente dalla cucina della chef  Magda Buczynska.

Prenderanno parte all’iniziativa, tra gli altri, per la sezione Editoria Cultura e Spettacolo: Antonio Parlati, Livio Varriale, Domenico Errico, Daniela Chiariello, Maurizio Cuzzolin, Diego Guida, Bruno Frangipani, Angelo Vanzanella, Agnese Palumbo.

L’ingresso è gratuito e la prenotazione gradita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: