Turnammo a scrivere napulitano

NAPOLI La lingua napoletana per diffusione nel territorio è seconda solo all’italiano. Riconosciuta come lingua e non dialetto dall’Unesco anche per l’importanza del suo patrimonio letterario, culturale e storico, ha  una  propria grammatica e regole sintattiche, una propria fonetica, il che naturalmente rende quella scritta differente da quella parlata.

Purtroppo la lingua napolitana non viene più usata molto, o quantomeno usata male: non si rispettano le regole e spesso viene contaminata da termini “stranieri” o non appropriati. Soprattutto è da sottolineare che sono pochissimi quelli che la scrivono in modo corretto. Perché rimanga viva è quindi fondamentale che venga appresa bene.

La casa editrice Homo Scrivens  ha perciò organizzato il workshop “Turnammo a scrivere napulitano”già titolo del manuale scritto dal cantante e attore napoletano Enzo Carro, ideatore e curatore del workshop che si terrà sabato 9 gennaio dalle 17 alle 20, nei locali della sede della casa editrice Homo Scrivens di via Santa Maria della Libera.

Enzo Carro ha una voce antica da tenore leggero. Attore, autore e musicista napoletano, suona la chitarra classica e gli strumenti popolari come il tamburello, le nacchere, il flauto dolce, ecc. Caratteristica del suo stile sono i simpatici aneddoti e curiosità con cui introduce o inframmezza le varie canzoni. Per definire il suo stile – fra teatro, canzone e la lezione concerto – ha coniato per sé un nuovo termine: storicantore.

Finalità del laboratorio linguistico sarà quella di  orientarsi e sciogliere finalmente i dubbi su questo idioma che affonda le radici in tempi remotissimi e non ha mai smesso di arricchirsi con influenze delle lingue delle dominazioni che si sono succedute, tanto da essere considerato il più antico della penisola.

Vi siete mai chiesti se si aggiunge o non si aggiunge la vocale finale? Come si usano gli apostrofi? Quali sono le regole fondamentali del napoletano scritto? Il workshop sulla scrittura della nostra lingua è rivolto proprio ai tanti che hanno sempre desiderato imparare a scrivere correttamente in napoletano senza però trovare occasioni per farlo.

Nella lezione, della durata di 3 ore, si parlerà dell’importanza di affrontare e risolvere questi tre principali “problemi” che incontra chiunque si cimenti in questa inusuale pratica. Saranno proposti anche dei semplici esercizi.

Il workshop è finalizzato alla pubblicazione della Prima antologia di racconti in lingua napoletana.

Per maggiori informazioni e prenotazioni: Casa Editrice Homo Scrivens. 081.19243714;  info@homoscrivens.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *