Una legge salva-suicidi

NAPOLI – Alla sala Giorgio Nugnes del Comune – ingresso in via Verdi – lunedì 5 dicembre alle 10 si svolgerà un incontro rivolto ai cittadini per informarli sulla procedura prevista dalla Legge n.3/2012, secondo la quale il consumatore può sdebitarsi, cioè cancellare i propri debiti.

L’evento è organizzato dallo Sportello dei Consumatori Assoutenti della Città Metropolitana di Napoli (responsabile Carla de Ciampis) e dal delegato provinciale Antonio Di Gennaro, con la partecipazione di Confartigianato Provincia di Napoli e dell’associazione internazionale AISEPS.

La Legge 3/2012, detta anche legge salva-suicidi, consente ai singoli cittadini di ridurre o cancellare i debiti contratti con fisco e creditori.

Le procedure sono due: piano del consumatore e accordo di ristrutturazione del debito. La norma parte dal presupposto che molto spesso neanche la procedura di rateizzazione basta a risolvere crisi di sovraindebitamento ingente.

I lavori del convegno inizieranno con l’intervento di Enrico Inferrera, presidente di Confartigianato Provincia di Napoli. Proseguiranno con Mario Finzi, presidente Consumers’ Forum e vicepresidente Assoutenti Nazionale, e Melania Capasso, delegata Assoutenti Regione Campania.

Il giornalista Leonardo Lasala modererà gli interventi degli avvocati: Alessandro Cantelmo, Nunzio Costa e  Francesca Scoppetta , che rispettivamente relazioneranno su Il sovraindebitamento di consumatori e soggetti non fallibili, Le modifiche possibili e le speranze per imprenditori e consumatori eIl ruolo degli Enti nella costituzione degli OCC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: