Cultura

Affido Culturale, parte l’app AC

Prendono il via le uscite culturali gratuite del progetto nazionale Affido Culturale in piena sicurezza attraverso la nuova app AC

Parte Affido Culturale , nel rispetto delle norme anti Covid-19 grazie all’esempio di innovazione, tecnologia e new economy con cui funziona l’iniziativa, ossia un’applicazione ideata ad hoc per i suoi partecipanti. Disponibile per dispositivi Android ed Apple, lApp AC è stata realizzata dalla società partenopea HPO.

Parte il progetto nazionale AC – Affido Culturale ora è pronto a regalare emozioni, esperienze e cultura a tanti bambini, insieme alle loro famiglie.

Nel weekend 29-30 maggio, iniziano i primi appuntamenti culturali gratuiti proposti da AC – Affido Culturale, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, attivo in ben quattro città italiane, Napoli, Bari, Modena e Roma, e già richiesto in molte altre regioni del Belpaese.

Capofila e responsabile del progetto triennale, il Pio Monte della Misericordia di Napoli, che si fa portavoce, assieme a una importante rete nazionale di partner (dalle associazioni, alle scuole e i Comuni, tanto per citarne alcuni), di una volontà di cambiamento sociale in cui emerge la necessità di contrastare la povertà educativa, in quanto “virus” ancor più pericoloso per le generazioni future.

In questo senso, pioniere nel suo genere, AC – Affido Culturale è stata lungimirante, ideando un sistema tecnologico di facile consultazione per restare in connessione con le persone coinvolte.

Nata esclusivamente per Affido Culturale e disponibile per dispositivi sia Android che Apple, l’App AC è stata realizzata dalla società partenopea HPO, che propone una soluzione innovativa e al passo con i tempi per gestire due importanti aspetti del progetto.

In primo luogo, la necessità di aggiornare costantemente i partecipanti sulle attività di progetto, rendendo accessibili tutte le informazioni sugli eventi organizzati dagli esercenti convenzionati nelle quattro città. Attraverso la geolocalizzazione, è possibile individuare in tempo reale gli eventi disponibili in ordine di tempo, oppure effettuare una semplice ricerca per filtro agli eventi ai quali partecipare, sulla base di “categorie di luogo” come all’aperto, musei, teatro, e per “tipologie di attività” come laboratori o escursione e iniziative legate alla musica.

Attraverso l’applicazione, i partecipanti “affidatari” (famiglie o conviventi di diversa tipologia che già hanno l’abitudine di svolgere attività culturali coi propri figli) possono gestire la dotazione di “e-ducati”, la moneta virtuale solidale con cui pagare i biglietti di accesso ai luoghi della cultura convenzionati ad hoc nella propria città, offerta dal progetto Affido Culturale.

Grazie alla generazione di un QR-code e del sistema di biglietteria ad esso legato, si sarà subito indirizzati all’evento al quale si intende partecipare, per completare le operazioni di acquisto e aggiornare il proprio credito di e-ducati disponibili in pochi minuti. Questo sistema, ideato già oltre due anni fa, risulta particolarmente efficace in tempi di pandemia, perché elimina qualsiasi tipo di “scambio” manuale come, ad esempio, quello di denaro.

L’app AC permette di mantenere una relazione tra partecipanti sia prima della fruizione dell’evento, grazie ad un sistema di messaggistica, sia dopo, con la possibilità di inviare feedback sull’esperienza vissuta, recensioni importanti per i professionisti che lavorano al progetto “dietro le quinte” nella fase di monitoraggio previsto da Con I Bambini.

Prossimi appuntamenti:

  • Bari, nell’ambito del più ampio e storico progetto Maggio all’Infanzia realizzato da Fondazione Sat (partner del progetto in Puglia) e Teatri di Bari (esercente convenzionato), è in programma sabato 29 maggio un primo incontro a tema teatrale. “A braccia aperte” è la tematica del festival e anche di questo pomeriggio insieme, organizzato per familiarizzare con l’App e le sue molteplici funzioni, per conoscersi e assistere allo spettacolo Il gatto con gli stivali;
  • Napoli, il 29 e 30 maggio al Teatro del Piccoli, nella Mostra D’oltremare, va in scena la rassegna OPEN AIR di spettacoli e concerti per le nuove generazioni ideata e realizzata da tre strutture partner del progetto: Casa del Contemporaneo, I Teatrini, Progetto Sonora insieme a Le Nuvole Scienza che curerà i laboratori interattivi a tema scientifico. È tempo di percorsi laboratoriali espressivo-corporei anche con i formatori di Officinae Efesti. Allo stesso modo, sabato 29 maggio, si parte in escursione in luoghi ameni dell’hinterland partenopeo o nei musei più noti della città con le guide di Arteteca at Work;
  • Modena, dove Affido Culturale sperimenta le prime uscite a partire dal prossimo fine settimana. In particolare, nella città emiliana prendono il via i Free Walking Tour, eccezionalmente in bicicletta, per le strade del centro storico così come le letture animate all’aria aperta della Libreria Piccole Abitudini. Riaperti, ormai in modalità ordinaria, anche i principali Musei Civici convenzionati come il Comunale Luciano Pavarotti, le Biblioteche Comunali e il MUDETEC – Museo delle Tecnologie Automobili Lamborghini;
  • Roma, grazie alla riapertura dei luoghi di cultura, partono anche qui le prime uscite soprattutto in grandi luoghi d’arte simbolici per le famiglie di AC come il Museo MAXXI o il Teatro Villa Pamphili con un ricco programma di performance artistiche e di laboratori interamente riservato a bambine e bambini. Tutti i dettagli di Affido culturale a Roma saranno presentati mercoledì 9 giugno alle ore 12 nella sala Rossa del VII Municipio in piazza di Cinecittà 11 (IV piano).

Affido Culturale

HPO

Per maggiori informazioni: https://percorsiconibambini.it/ac-affidoculturale/

@Affidoculturale

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: