Eventi

I ritmi della vita e le loro alterazioni

NAPOLI – Alla Stazione  Zoologica Anton Dohrn il 29 e 30 agosto è in programma un grande evento scientifico internazionale: I ritmi della vita e le loro alterazioni. 

Dopo i primi due giorni di sessioni scientifiche di Napoli, il 31 agosto sarà dedicato allo spostamento a Firenze mediante treno veloce, sul quale si produrranno attività scientifiche e revisione dei lavori da pubblicare negli atti ed in varie riviste scientifiche.

Nel capoluogo toscano l’ 1 e 2 settembre nel Salone dei 500 all’interno di Palazzo Vecchio si terranno altri due giorni di sessioni scientifiche. 

Al parzialmente itinerante convegno I ritmi della vita e le loro alterazioni sono stati invitati due premi Nobel per tenere due keynote nelle due città. Entrambi hanno accettato l’invito, Martin Chalfie, Nobel per la scoperta delle GFP, presiederà insieme a Tim Hunt, scopritore delle Cicline, simposio sui processi di invecchiamento.

Si prevede di tenere due Conferenze Nobel in sale rappresentative delle due città seguite da un breve concerto e aperte al pubblico per dare maggiore diffusione all’evento. Sarà una splendida occasione per dimostrare ad una platea internazionale l’eccellenza delle nostre sedi.

Sono stati altresì organizzati (in cooperazione con le università) dei caffè scientifici nei centri storici delle due città: per una magica sera speciale, centinaia di scienziati provenienti da ogni parte del mondo si muoveranno nel centro storico, entreranno nei pub e racconteranno la storia delle loro ricerche a vantaggio degli studenti e dei cittadini frequentatori dei locali pubblici.

Napoli e Firenze diverranno, per una sera, capitali mondiali delle attività scientifiche in campo biologico, ecologico e medico. Saranno istituite delle borse di studio trimestrali per gli studenti più meritevoli, provenienti da ogni parte del mondo, iscritti al congresso, da fruire presso la Stazione Zoologica di Napoli, importando così nuovi “cervelli”.

Il numero previsto di delegati provenienti dai cinque continenti dovrebbe essere compreso tra 100 e 150, sulla base delle frequenze di precedenti manifestazioni ISIRD (International Society of Invertebrate Reproduction and Development) e delle attuali iscrizioni già attive.

ISIRD organizza periodicamente un convegno plenario in uno stato diverso, generalmente in continenti diversi. L’ultimo convegno (2013) si è tenuto a Detroit (USA), quello precedente (2010) in Repubblica Ceca e prima ancora a Panama. La società promuove studi fondamentali per la scienza e la salute umana, considerando che tra i temi fondamentali trattati sono comprese le malattie trasmesse da insetti, il ruolo di vari crostacei utili per l’acquacoltura e fenomeni biologici centrali legati a malattie come cancro ed Alzheimer, l’invecchiamento, ecc.

La società, quest’anno, ha incaricato la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli di organizzare il prossimo congresso in Italia e si prevede di produrre una manifestazione memorabile sia dal punto di vista scientifico, sia da quello mediatico (http://www.isird.org/congress.html).

L’evento è patrocinato da ISIRD, Stazione Zoologica, Università Federico II di Napoli, Università di Firenze, Unione Zoologica Italiana, Regione Campania, Comune di Napoli e Comune di Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: