CulturaSocietà

La risorsa mare della Campania

La risorsa mare non rappresenta soltanto una caratteristica della Campania, ma ne racchiude la storia e l’identità

di Antonio Vitale

CITTÁ METROPOLITANA DI NAPOLI – Negli spazi della sede di Guida Editore in via Bisignano lo scorso venerdì 10 febbraio si è svolto un incontro sul tema Risorsa Mare come Bene Comune, organizzata dall’AssociazioneTerra Mare Motus APS.

Nel corso della serata è stata illustrata la funzione del PUAD | Piano di Utilizzazione delle Aree del Demanio della Regione Campania.

Il PUAD è lo strumento che regolamenta e disciplina l’utilizzazione delle aree del Demanio di 60 comuni costieri.

L’evento è stato organizzato in sinergia con alcuni esponenti del mondo culturale partenopeo e in particolare con coloro che hanno sempre mostrato una grande sensibilità sui temi ambientali ed in particolare della “risorsa mare” della nostra Napoli.

Daniela Villani, Presidente di Terra Mare Motus, ha esposto un programma di valorizzazione dei litorali cittadini, un vero e proprio patrimonio paesaggistico e culturale che andrebbe valorizzato e reso fruibile a tutti.

Ha fatto seguito l’intervento del professor Alberto Lucarelli, docente di Diritto costituzionale all’Università Federico II, che ha citato le leggi che sanciscono che i Beni demaniali sono un patrimonio pubblico.

L’intervento del moderatore Carlo Negri è stato particolarmente significativo per gli aspetti sociali: ha sottolineato la necessitá di provvedere alle strutture necessarie per migliorare la fruizione dei litorali marini.

L’architetto paesaggista Salvatore Terrano, esponente di Marevivo, ha poi fatto un intervento sulle strutture necessarie per migliorare la fruizione dei litorali marini.

Io stesso, quale presidente dell’Associazione culturale Napoli Centro storico, nel mio intervento ho messo in risalto l’importanza del nostro patrimonio naturalistico arino, sottolineando che altre città, come quelle della costa Adriatica, hanno fatto del mare una risorsa turistica importante. Molte località con lungomare hanno incentivato la costruzione di alberghi di fronte alle spiagge con accesso al lido, pur rispettando il diritto di accesso alle spiagge libere, che si alternano a quelle in concessione.

All’evento hanno dato la loro adesione numerose associazioni, i cui rappresentanti hanno fatto brevi interventi nei quali hanno manifestato il loro interesse ed il loro impegno alla realizzazione del PUAD.

Sono state raccolte le osservazioni delle associazioni territoriali e terzo settore finalizzato a stilare un documento unico sul PUAD della Regione Campania.

Si attendono ulteriori proposte: il termine per la presentazione è fissato per il prossimo 6 marzo.

Le associazioni che hanno aderito all’iniziativa sono:

  • CoNaMal;
  • Marevivo;
  • Federcanoa;
  • Grande Onda;
  • consumatori utenti Campania;
  • Federazione commercio;
  • Radicali Napoli Ernesto Rossi;
  • Arteggiando;
  • Oplontorum;
  • Efe Dici;
  • Gea;
  • Arenile Vulcanico;
  • Abbacc Guest Italy;
  • kmarin;
  • Napoli Sup;
  • Associazione Culturale Napoli Centro Storico;
  • Sud100cento;
  • Green Italia;
  • Comitato Vivibilità Cittadina;
  • Angeli del Bello Napoli.

Daniela Villani, Presidente di Terramare Motus, ha concluso soddisfatta commentando: Penso, ed ho contezza, che sia arrivato il momento di chiamare a raccolta tutte le associazioni e di fare squadra con connessione funzionale, metterci in rete per elaborare un Documento Unitario Forte Corale Convergente Propositivo di Proposte e Osservazioni, allo scopo di riconquistare le 60 città di mare della nostra regione, la nostra storia e la nostra identità!

(Le immagini sono del fotografo professionista Mimmo Montuori, per gentile concessione)

Questo slideshow richiede JavaScript.

2 pensieri riguardo “La risorsa mare della Campania

  • FINALMENTE! RIPRENDERCI IL NOSTRO LITORALE.

    Rispondi
  • Maria Albrizio

    Splendida ed interessante iniziativa

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: