Cultura

Pagine, parole e musica a Palazzo Zevallos Stigliano

NAPOLI – Alle Gallerie di Palazzo Zevallos di Stigliano in via Toledo, polo museale e culturale di Intesa Sanpaolo,  giovedì 26 maggio alle 16.30, si terrà la presentazione del libro Che il diavolo benedica i Pulcinella! Cronache napoletane, astronomiche e non, dell’astronomo von Zach, a cura di Mauro Gargano, Emilia Olostro Cirella, Massimo Della Valle.

Il volume, , edito da Tullio Pironti, include 12 tavole originali di Christian Leperino.

Dopo i saluti di Leonardo Di Mauro, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, e Enrico Cappellaro,  dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e Accademia Galileana, sono previsti gli interventi di Massimo Della Valle, direttore INAF – Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Renata De Lorenzo, dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e presidente Società Napoletana di Storia Patria, e Paola Cacace, giornalista del Corriere del Mezzogiorno.

Il dibattito sarà moderato da Ugo Cundari, giornalista di Il Mattino.

Il libro. Si raccontano le avventure napoletane del barone Franz Xaver von Zach, astronomo tra i più famosi dell’Ottocento. Il suo inedito carteggio con l’astronomo Barnaba Oriani, direttore dell’Osservatorio di Milano – che in questo volume viene riproposto integralmente – fornisce una testimonianza diretta di quel periodo storico. Le 43 lettere, conservate nell’Archivio dell’Osservatorio Astronomico di Brera, sono scritte con la passione e la freschezza che solo un testimone diretto degli eventi può avere e rappresentano.

A 200 anni di distanza, un resoconto preciso e genuino, pur se molto personale, degli accadimenti avvenuti a Napoli e in Europa. Dal terrazzo del “casino di delizie” di Mergellina, von Zach osserva non solo il cielo, ma anche le vicende dolorose e drammatiche di quel 1815 che cambiò le sorti dell’intera Europa.

Dopo aver incontrato Napoleone all’isola d’Elba, von Zach è testimone della caduta del regime murattiano e della restaurazione del regno borbonico; vive con terrore i moti di piazza e le esecuzioni sommarie, commenta la tragica fine di Murat e il ritorno alla monarchia dei Borbone.

Partendo dalle origini dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, il barone von Zach intraprende un lungo viaggio che continua ancora oggi grazie ai progressi della ricerca astronomica e all’impegno degli scienziati di Capodimonte, rinnovand il profondo legame tra Napoli e il suo Osservatorio.

Sabato 28 maggio alle 13 si terrà invece l’ultimo incontro della stagione con È aperto a tutti quanti, appuntamenti musicali per una pausa pranzo alternativa. Giovani talenti si esibiscono nel salone di Palazzo Zevallos Stigliano. Dopo le collaborazioni con i Conservatori di Avellino e Napoli, il nuovo ciclo di concerti è organizzato con il Conservatorio di Musica di Salerno.

Per l’occasione si esibiranno due pianisti, Aleandro Giuseppe Libano  e Francesco Fermati.

Il programma:

  • Bach-Busoni, Ciaccona in re min.
  • Skrjabin, Studi op.42 nr. 4 e 5
  • Chopin, Scherzo in si min. Op.20
  • Liszt, Vallée d’Obermann
  • Bartók, Sonata sz. 80

Entrambi gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per maggiori informazioni: 800.454229; info@palazzozevallos.com; www.gallerieditalia.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: