Eventi

Pietrarsa, Giornate Europee del Patrimonio

PORTICI (NA) – il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa ha aderito all’iniziativa del MiBACT Giornate Europee del Patrimonio 2017 con tre iniziative:

  • sabato 23 settembre il museo prolungherà l’orario di apertura fino alle ore 22. 30. A partire dalle 19.30 è previsto l’ingresso speciale al costo di 1 euro a persona;

  • domenica 24 settembre alle 11.30 Giochi musicali, a cura dell’associazione Mousiké, mentre alle 16.30 è in programma Detective al museo, a cura dell’associazione Welcome Family.

Con Giochi Musicali si avrà l’occasione per scoprire la collezione museale di Pietrarsa in maniera veramente originale e divertente.

Detective al Museo è invece una visita-gioco dedicata ai bambini, che saranno guidati all’interno di un percorso storico che ha come oggetto l’evoluzione del treno. I bambini si trasformeranno in piccoli detective ed avranno il compito di ritrovare un baule contenente gli oggetti smarriti nel tempo dai viaggiatori ed attribuirli ai legittimi proprietari.

Il tema scelto del Consiglio d’Europa per l’edizione 2017  è Cultura e Natura, e  Pietrarsa risponde appieno a questa direttiva: incastonato tra il Vesuvio e il golfo di Napoli con le splendide isole di Capri ed Ischia e la Costiera Sorrentina, il glorioso Reale Opificio Meccanico, Pirotecnico e per le Locomotive con il suo patrimonio storico si apre a tutti proponendo percorsi veramente originali.

Sarà un affascinante viaggio nel tempo tra le locomotive e i treni che hanno unito l’Italia dal 1839 ai nostri giorni, in 170 anni di storia delle Ferrovie italiane: dal periodo del Regno dei Borbone, attraverso il Regno d’Italia e fino alla Repubblica.

Pietrarsa, venne fondata da Ferdinando II di Borbone nel 1840 come officina della prima ferrovia in Italia, la linea Napoli-Portici, vero primato dell’epoca. Si sviluppa su un’area di 36mila m², di cui 14mila coperti. Si articola in padiglioni e settori in cui è esposto materiale di assoluto valore, tra cui la riproduzione fedele della Bayard, il treno inaugurale della prima tratta ferroviaria Napoli-Portici del 1839 che oggi si può ammirare in tutto il suo splendore.

Ancora, la carrozza 10 del Treno reale costruita dalla Fiat nel 1929 per le nozze di Umberto II di Savoia e Maria Josè, diverse locomotive a vapore, diesel e elettriche come le famose Littorine.

La collezione annovera anche modellini, plastici e vari oggetti ferroviari tra i quali: il famoso plastico Trecentotreni, lungo 18 metri e largo più di 2 che fu realizzato da un ferroviere in oltre 15 anni.

Pietrarsa è il più importante Museo Ferroviario in Europa per la storica architettura e la ricchezza dei materiali conservati.

Per maggiori informazioni e prenotazioni (obbligatorie): Ass. Mousiké 340.2399453; Ass. Welcome Family 347.4727945

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: