CulturaScienza e Ambiente

TEA, il futuro dell’Ambiente

Le piante TEA, ovvero quelle cui vengono applicate le Tecniche di Evoluzione Assistita, spiegate al Portici Science Café dal genetista professor Edgardo Filippone

di Stanislao Scognamiglio

PORTICI  | CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI – Nella sala riunioni al primo piano di Villa Fernandes, bene comune  per lo sviluppo locale, ubicata al civico 144 di via Armando Diaz, alle ore 17.30 di martedì 23 gennaio si dibatterà il tema Le piante TEA, buone per l’Uomo e per l’Ambiente.

Sarà il il professor Edgardo Filippone l’ospite-relatore d’eccezione di questo primo incontro, che inaugura per il corrente anno 2024 gli appuntamenti divulgativi sui temi e le novità dal mondo dell’Open Science proposti dal Portici Science Café.

Le Tecniche di Evoluzione Assistita (TEA) applicate alle piante di interesse agrario rappresentano un’innovazione genetica che sta rivoluzionando il modo di considerare il miglioramento genetico delle piante attraverso le biotecnologie.

Ma quali sono le piante TEA? Cosa si intende per “evoluzione assistita” e quale differenza intercorre tra TEA e le piante transgemiche OGM (Organismi Geneticamente Modificati)?

Il professor Edgardo Filippone, docente di Genetica Agraria sl Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e Socio Onorario della Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA), non solo darà una precisa, attenta, ampia risposta a questi interrogativi, ma illustrerà anche lo stato odierno della ricerca scientifica messa in campo sulle nuove biotecnologie sviluppate allo scopo di rendere le piante coltivate più resistenti alle avversità indotte dai fitopatogeni, di mitigare gli effetti del clima, nonché di migliorare le loro caratteristiche produttive, qualitative o nutrizionali.

Il consueto appuntamento di divulgazione scientifica rivolto a chi, pur non essendo un esperto, intende accrescere o migliorare le proprie conoscenze intorno al composito e affascinante ambito della scienza sarà introdotto dall’ingegner Vincenzo Bonadies, puntuale animatore del caffè-scienza porticese.

L’evento, curato dall’Associazione culturale BLab, è organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Agraria – Università degli Studi di Napoli Federico II e la Società Italiana di Genetica Agraria (SIGA).

Si ricorda a chi volesse partecipare che l’ingresso è libero e gratuito.

 

Per maggiori informazioni:

Associazione culturale Blab 347 0473498

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: