Società

Un nuovo modello di mobilità

FS e Associazioni insieme per un nuovo modello di mobilità: sottoscritto un Protocollo d’Intesa tra Ferrovie dello Stato e Consumatori

ROMA – Nella sede FS di Villa Patrizi Ferrovie dello Stato Associazioni dei Consumatori si sono riuniti giovedì 2 febbraio per siglare un Protocollo d’Intesa.

L’accordo frutto è di un percorso comune avviato da tempo, che punta a perseguire obiettivi condivisi nel garantire servizi con standard di qualità sempre più elevati, sicuri, sostenibili, efficaci e innovativi.

Dialogo, incontro, confronto e partecipazione sono gli elementi che contraddistinguono il Protocollo, presentato dall’AD del Gruppo FS Luigi Ferraris e dal Chief Corporate Affairs di FS Italiane Massimo Bruno alla presenza delle 18 Associazioni aderenti all’intesa, intervenute per sancire una metodologia trasparente e attiva nell’individuare esigenze collettive e i bisogni di clienti, consumatori e stakeholder che fruiscono ogni giorno di trasporti e infrastrutture.

L’intesa. Tra i principali punti dell’accordo figura infatti l’impegno che FS assume nei confronti delle Associazioni in termini di confronto e collaborazione, intesi come elementi di valore aggiunto nei processi decisionali. Attraverso l’organizzazione di incontri periodici sarà così garantita la condivisione di informazioni legate alle attività di FS, promuovendo dove necessario il dialogo con Enti istituzionali competenti, le Società e i Poli – Infrastrutture, Passeggeri, Logistica e Urbano – del Gruppo FS, impegnato nella realizzazione di un nuovo modello di mobilità sancito dal Piano Industriale 2022/2031.

Il confronto reciproco diventa dunque occasione abilitante di sviluppo e cambiamento. Ed è proprio sul confronto e l’ascolto già intrapreso più volte che potranno essere affrontati progetti e obiettivi, inclusi quelli compresi nel Pnrr di cui il FS è il principale soggetto attuatore.

Gli incontri che seguiranno tra le Associazioni dei Consumatori e i rappresentanti di Ferrovie dello Stato si svolgeranno mediante l’istituzione di un Tavolo permanente di Consultazione – convocato con cadenza trimestrale o su iniziativa delle Parti – che potrà essere affiancato da gruppi di lavoro composti da rappresentanti delle società del Gruppo in base all’area di business oggetto delle tematiche da trattare, ascoltando nel contempo suggerimenti e anche rimostranze da analizzare e dibattere.

Le associazioni aderenti. Al Protocollo d’Intesa sottoscritto con la Holding FS hanno aderito le organizzazioni ACU; Adiconsum; Adoc; Adusbef; Altroconsumo; Assoutenti; Casa del Consumatore; Cittadinanzattiva; CTCU; Codacons; Codici; Confconsumatori APS; Federconsumatori; Lega Consumatori; Movimento Consumatori; Movimento Difesa Del Cittadino; U.Di.Con. APS; Unione Nazionale Consumatori.

Tra le azioni da portare avanti non mancherà l’attenzione a iniziative congiunte di comunicazione e promozione della sostenibilità sociale, economica, ambientale, con studi e approfondimenti di soluzioni adeguate alle questioni che affrontate.

La firma dell’accordo tra FS e Associazioni dei Consumatori fissa una milestone di un nuovo approccio verso servizi erogati e infrastrutture. Un punto fermo che non è un punto di arrivo, bensì di partenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: