Il Libro, “Era giovane e aveva gli occhi chiari” di Giovanni Mazzitelli

Il romanzo dello scrittore e regista porticese Giovanni Mazzitelli“Era giovane e aveva gli occhi chiari” , tratto dallo script del suo film omonimo

di Maurizio Longhi

Non conosciamo il suo nome ma il suo mondo sì, lo si scopre pagina dopo pagina di Era giovane e aveva gli occhi chiari di Giovanni Mazzitelli. Il sogno del protagonista è quello di lavorare nell’appassionante quanto ostico ambiente del cinema, anche se per coltivarlo deve recarsi in una città come Roma con cui ha un rapporto conflittuale per delle esperienze passate. È difficile emergere in un mondo in cui c’è tanta competizione e anche un narcisismo esasperato, dove occorre qualcuno che creda in lui, nelle sue capacità, nel suo entusiasmo, nel suo talento.

Ma quando ci si rende conto che è difficile realizzare i propri sogni, che si fa? Si getta la spugna e si pensa ad altro o si fa di tutto, a costo di sacrificare più tempo, per provarci fino allo sfinimento? Quanti si possono identificare con la figura del sognatore che si trova davanti ad un bivio tra la perseveranza e la frustrazione? È vero che a fare la differenza è la capacità di non mollare anche quanto tutto sembra suggerire di farlo?

Il protagonista, oltre a cercare la strada dell’affermazione professionale, deve fare i conti anche con la vita affettiva che non si può dire sia piatta ma neanche stabile. Con Carina le cose vanno a fasi alterne, dopo un momento di slancio pare che subentri una certa indifferenza e viceversa, poi irrompe Alessandra, bella ma che gli procura mille vicissitudini avendo un carattere camaleontico, imprevedibile e a tratti infido.

Giovanni Mazzitelli

A travolgerlo è la bellezza di Alice, con quei suoi occhi chiari che lo abbagliano, ma cosa succederà con lei? Cesseranno i tormenti o continueranno imperterriti a perseguitarlo? Il protagonista del libro di Giovanni Mazzitelli è un po’ indecifrabile, può sembrare uno sfigato, ma poi tira fuori la tenacia, diciamo che tutto si può dire tranne che sia superficiale. Un po’ ingenuo forse sì, anche incosciente, ma è il suo cuore che cerca qualcosa e che lo porta a lanciarsi, sperando di trovare ciò che cerca, di poter dire al mondo intero di essere finalmente realizzato e felice.

Era giovane e aveva gli occhi chiari è un romanzo di un giovane scrittore come Giovanni Mazzitelli che ha messo su carta la pellicola dell’omonimo film di cui egli stesso ha curato la regia. Il successo al botteghino ha spinto l’autore a scrivere questa storia in modo che le emozioni del protagonista potessero passare dallo schermo all’inchiostro, dallo spettatore al lettore. La storia fa riflettere, crea una empatia con la generazione giovanile, leggerla può essere una fonte di arricchimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: